Sheryl Underwood di The Talk rivela perché è ‘orgogliosa’ dei progressi compiuti finora da BLM

| |

Sheryl Underwood di The Talk è felice dei progressi compiuti in questo paese grazie al movimento Black Lives Matter, ma sa che c’è molto di più che deve essere fatto!

Essendo entrato a far parte della CBS Il discorso nel 2011, Sheryl Underwood, 57 anni, è nota per la sua grande personalità e per esprimere le sue opinioni. Il mese della storia nera di febbraio non ha fatto eccezione, soprattutto quando si tratta di discutere i progressi compiuti nell’ambito del movimento Black Lives Matter nel nostro paese. “Sono molto orgoglioso”, ha detto Sheryl HollywoodLife ESCLUSIVAMENTE durante una puntata di TVTalk su Instagram Live il 22 febbraio.

Il movimento Black Lives Matter ha preso il via in tutto il mondo durante l’estate del 2020. Dopo gli orribili omicidi da parte di agenti di polizia contro neri americani disarmati, Breonna Taylor, 26 e George Floyd, 46 anni, sono iniziate le proteste per la loro morte negli Stati Uniti e altrove contro la violenza della polizia nei confronti dei neri. Sebbene la maggior parte delle proteste siano state pacifiche, molte hanno portato a violente rivolte e saccheggi che hanno diviso ulteriormente la nostra nazione.

Per Sheryl, far sentire la tua voce in modo positivo sarà sempre fondamentale per realizzare il cambiamento. “Per prima cosa devi marciare, e questo attira l’attenzione di tutti”, ha detto Sheryl a HL, andando avanti per abbattere gli altri organismi coinvolti nel portare il cambiamento tanto necessario – tra cui contattare i procuratori generali. “E l’iniziativa legislativa. Il fatto con la situazione Breonna Taylor e pensi che avresti un procuratore generale che ne sarebbe a conoscenza, riconoscilo, ciò significa che è necessario fare più lavoro perché ora le persone hanno capito il processo del Grand Jury. Ora stanno capendo: “Posso presentare una petizione e voglio la mia testimonianza” ”, ha continuato.

“Quello che mi è stato detto su questo caso sarebbe stato reso pubblico da qualcuno di cui forse non conoscevano il nome. Quel gran giurì ha fatto quello che dovevano fare “, ha aggiunto Sheryl. “Ora sappiamo che il sistema deve essere cambiato. Uno, per Black Lives Matter, sono davvero orgoglioso di questo movimento che è diventato un fenomeno globale. E poi impari che il trattamento dei neri in altri paesi era simile e la gente non aveva mai sentito parlare di razzismo sistemico “.

Anche il razzismo sistemico è un argomento importante di cui Sheryl è appassionata. Il 6 gennaio, un gruppo di sostenitori bianchi di Trump ha preso d’assalto la capitale degli Stati Uniti a Washington DC, provocando ancora più conversazione quando si tratta di razzismo sistemico nel nostro paese. Sebbene i video siano difficili da guardare, Sheryl crede che questa catena di eventi abbia fatto parlare la gente. “La gente non voleva affrontare la supremazia bianca e le forze dell’ordine e ora vedi la capitale sopraffatta dai suprematisti bianchi e persino i bianchi stanno dicendo,” Diavolo no! ” Sheryl ha aggiunto. “E ora che lo so, farò qualcosa al riguardo. Ecco di cosa si tratta.”

Il Black History Month è solo l’inizio per Sheryl ed è felice di vederlo celebrato durante il mese di febbraio e oltre. “Il Black History Month è l’inizio del viaggio, ma non significa che debba finire”, ha detto Sheryl. “La storia dei neri viene fatta ogni giorno.” Cattura Sheryl e le sue co-protagoniste Il discorso che va in onda nei giorni feriali sulla CBS alle 14:00 EST / 13:00 PST.

Precedente

Daniel Kaluuya: 5 cose da sapere sulla star di ‘Judas & The Black Messiah’ e sui Globes Frontrunner

Kaley Cuoco, Chadwick Boseman e altri candidati per la prima volta ai Golden Globe del 2021

Successivo

Lascia un commento