Scottie Pippen ammette di avere “alti e bassi” dopo la morte del figlio Antron: “Continuerò a guarire”

In una nuova intervista, Scottie Pippen ha parlato della morte del suo 33enne Antron e ha detto che sta continuando a “guarire” dalla tragedia.

Scottie Pippen, 55 anni, è stato onesto su come sta reagendo mesi dopo la tragica morte di suo figlio Antron Jerrod Pippen in una nuova intervista con PERSONE. “Sto bene. Ho ancora i miei momenti di alti e bassi, ma sto bene”, ha detto la star NBA in pensione alla pubblicazione il 30 giugno, oltre tre mesi dopo la morte di Antron all’età di 33 anni per una causa sconosciuta. Scottie ha condiviso Antron con l’ex moglie Karen McCollum, con cui è stato sposato dal 1988 al 1990.

Scottie ha detto che nel lutto di suo figlio, “non c’è mai abbastanza tempo” per superare veramente la perdita. “Ma ci sono riuscito e continuerò a guarire”, ha detto PERSONE. Scottie ha anche affermato che celebrare la sua prima festa del papà il 20 giugno senza Antron e trascorrerla in Arkansas dopo aver ospitato un campo di basket “è stata dura”. Ha aggiunto: “Ero un po’ in viaggio. Ho fatto un campo in Arkansas, quindi non ero molto vicino ai miei figli. L’ho passato con i miei fratelli in Arkansas”. Scottie ha altri quattro figli — figli maschi Scotty Jr., 20, Preston, 19 e Justin, 16 e figlia Sofia, 13 — con l’ex moglie Larsa Pippen (nata Younan). Ha anche una figlia, Sierra, 26 anni, con l’ex fidanzata Yvette De Leon e una figlia, Taylor, 26 anni, con l’ex fidanzata Sonya Roby.

Scottie Pippen
Carlos Tischler/Shutterstock

Antron è morto all’età di 33 anni il 18 aprile. La notizia della sua morte è stata condivisa per la prima volta da suo padre, che ha affermato di essere “affranto” per la perdita. In una serie di post sui social media, Scottie ha condiviso le foto di suo figlio, mentre esprimeva come lui e Antron “condividessero l’amore per il basket” e avessero “innumerevoli conversazioni” sui dettagli del gioco. Mentre la causa della morte di Antron non è stata resa nota, Scottie ha detto che suo figlio “soffriva di asma cronica” e se non avesse avuto la condizione, “sarebbe arrivato alla NBA”. L’ex giocatore dei Chicago Bulls si è detto “così orgoglioso dell’uomo che [Antron] divenne.”

Il 27 aprile, giorni dopo la sepoltura di Antron, Karen condiviso un’immagine dal memoriale di Antron e ha aperto il suo cuore al suo bambino. “Le tue ali erano pronte, ma il mio cuore no”, ha scritto Karen. “Figliolo, è stato un tale piacere e onore essere tua madre. Mi hai lasciato così tanti ricordi meravigliosi di cui farò tesoro ogni giorno. La tua transizione ha lasciato un enorme vuoto nel mio cuore e il dolore è abbastanza insopportabile. Mi mancherai moltissimo e il mio amore per te è per sempre. Riposa bene, piccolo mio, finché non ci incontreremo di nuovo”.

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies