Patrick Droney condivide come COVID ha reso il suo album “State of the Heart” “un po’ più importante”

Un anno senza esibirsi ha lasciato un profondo impatto sul cantautore Patrick Droney. Condivide come l’edizione deluxe del suo nuovo album rifletta questo sentimento di “gratitudine” che riesce a suonare di nuovo.

Con il 2022 a poche settimane di distanza, ciò può significare solo una cosa: Patrick Droney presto riprenderà la strada. Alla fine di ottobre, dopo l’uscita dell’edizione deluxe del suo stato del cuore album — l’artista con sede a Nashville ha annunciato un ampio tour per l’inizio del nuovo anno. Eppure, dopo un anno di pandemia senza concerti, Patrick ha deciso di scrollarsi di dosso un po’ di ruggine. Quello che seguì fu una manciata di spettacoli sold-out a Los Angeles, Brooklyn e Nashville e una rinnovata comprensione del perché fosse stato messo qui su questa terra.

“Stiamo rientrando”, dice HollywoodLife dopo aver finito quei concerti. “Un po’ per facilitare il nostro ritorno. È stato semplicemente fantastico. È come avere una sensazione tangibile del motivo per cui fai questi dischi e di come questo sia davvero il punto, così puoi sperimentarlo in una stanza con le persone”.

“Inoltre, per lo stesso motivo, quanto estenuante”, dice con una risata. È il tipo di esaurimento che è contento di avere. Patrick e la sua band erano in viaggio quando il COVID-19 ha bloccato il mondo. “Siamo stati tirati fuori dal nostro tour a metà”, ha detto. “Venendo da un ragazzo che ha suonato spettacoli per tutta la mia vita, è stata solo una battuta d’arresto.” L’improvviso cambiamento in Tutto quanto – nessun tour, nessuno spettacolo, nessuna garanzia che la musica dal vivo sarebbe mai tornata – ha influenzato la creazione di stato del cuore.

“È stata una rinegoziazione di molte cose. Musicalmente, era come, ‘perché lo faccio?’” dice Patrick. “’Oh, il mio scopo è connettere le persone quando sono separate in questo momento.’ E alcune delle canzoni sono diventate un po’ più importanti. E il record è diventato un po’ più importante in questo modo”.

stato del cuore è arrivato per la prima volta a maggio, con l’edizione deluxe in arrivo a settembre. Sebbene l’album includa canzoni scritte sia durante che prima della pandemia, Patrick pensa che l’album abbia assunto una natura senza tempo dalla sua uscita. “La canzone ‘Yours in the Morning esiste da circa cinque anni”, dice, “e una canzone come ‘River’ è stata scritta quando stavo incidendo il disco, l’ultimo mese prima che uscisse. Quindi abbraccia questo ultimo capitolo della mia vita. Questo disco è stato davvero interessante perché abbiamo pubblicato il stato del cuore EP ad ottobre, e abbiamo puntato su [songs] fuori tutto l’ultimo anno e mezzo. Quindi è stato proprio come un drip-feed di musica e canzoni. E le canzoni hanno preso forma e vita in diversi momenti di quell’anno. Si sono trovati tutti aggiornati in modi diversi”.

Aiutare queste canzoni a riflettere il tempo e a brillare con un barlume di universalità è l’approccio di Patrick alla narrazione. Il suo abile modo di esprimersi e la capacità di ridurre le complessità di un’esperienza umana in una canzone di tre minuti e mezzo è un talento che pochi possono vantare. E quel potere arriva con una responsabilità che ha scoperto durante questo periodo di COVID.

“Solo vedere l’effetto tangibile che queste storie hanno sulle persone per aiutare ad articolare le loro storie per aiutarle a sentirsi meno sole – mettendo su una canzone come ‘Glitter’, che è una canzone sul dolore in un momento di questo dolore di massa”, dice . “Ancora una volta, è stato solo umiliante e mi ha mostrato che questo è molto più orientato allo scopo di quanto pensassi che, sai, devo ritenermi responsabile di raccontare la mia storia nel miglior modo possibile nel modo più onesto.

“Perché”, aggiunge, “ho scoperto che più divento specifico come cantautore, più questo diventa universale. È affascinante. Ad esempio, i piccoli dettagli sono ciò che ci unisce. Non sono tanto i grandi temi. È come le piccole cose”.

(Blythe Thomas)

Questo rinnovato scopo di raccontare una storia onesta ha portato all’edizione deluxe di stato del cuore. Le edizioni deluxe, rimasterizzate o ripubblicate a volte possono essere costose per guadagnare denaro. In passato, erano modi per convincere i fan a comprare lo stesso album più e più volte. Potrebbe non essere così nell’era dello streaming, ma ci sono ancora versioni di album che sembrano un po’ eccessive.

Non per stato del cuore. Patrick dice che questa versione, con cinque nuove canzoni — “Good Die Young”, “Like The Water”, “Hummingbird” e una cover di ZZ Top’s “Rough Boy”, con la band Billy Gibbons – era “davvero importante raccontare la storia e finire la narrativa archivistica” della storia dell’album.

“Canzoni come ‘Forgive Yourself’ come quella canzone, in particolare, è qualcosa che voglio davvero che la gente ascolti perché avevo davvero bisogno di ascoltarla quando l’ho scritta”, ha detto. “Fortunatamente, ho dei fan incredibili che sono coinvolti in questa musica in questo viaggio con me. Quindi mi è sembrato di essere in grado di pubblicare di nuovo un altro disco”.

L’edizione deluxe di stato del cuore colpisce anche vicino al cuore di Patrick. Ha detto che ha inventato “forse tre dischi di materiale” per l’album, e quando si è trattato di scegliere le canzoni per questa nuova versione, “mi hanno trovato in un certo senso al momento. Ad esempio, con “Rough Boy” con Billy Gibbons, quella canzone è una delle prime cose che mio padre mi ha mostrato. È un po’ la nostra canzone. Crescendo, Billy è stato un mio grande eroe”.

“Ad essere onesti con te, è stato così fortuito. Non avrei potuto programmare che ciò accadesse negli ultimi due mesi. Billy era in città. Questa cosa è appena successa. Quindi era come, grazie da come gli dei. Quindi non potevo programmarlo”, dice. “’Hummingbird’ è una canzone che sapevo sarebbe stata nella versione deluxe [edition[, because that’s another theme of this record. And ‘Good Die Young’ is a song I actually wrote with my brother a couple of months ago, and that, again, like I couldn’t plan for it, but just these little things that just made them like, ‘oh, that has to be on this record, because of like, what it means in the context.’ ”

Quando Patrick ha ottenuto la funzione Billy Gibbons, non vedeva l’ora di dire a suo padre la notizia. “Stavo discutendo se dirglielo o meno e sorprenderlo.” La collaborazione è stata un momento di “manifestazione”, spiega Patrick. All’inizio della produzione stato del cuore, ha messo insieme una playlist di tipo “mood board”, di “canzoni pilastro della mia vita”, dice. “E per me, ‘Rough Boy’ è stata una canzone pop così incredibile con due enormi assoli di chitarra. ‘Ecco come lo fai.’” Quando è arrivato il momento di registrare la sua versione di “Rough Boy”, Patrick ha sentito la pressione. Voleva celebrare la canzone per la quale lui e suo padre avevano legato, ma, come dice, voleva anche “metterci il mio sapore. E Billy mi ha dato la sua approvazione per farlo mio”.

“E penso che la cosa che amo di Billy”, aggiunge Patrick, “è che è così motivato e guidato dall’anima. Ed è nella fase della sua carriera, che sai, sfortunatamente, ha appena avuto una perdita enorme nella band in Polveroso [Hill], ma è ancora meravigliosamente rinvigorito per fare musica come non ho mai visto nessuno. Quella volontà di partecipare in questo momento, non importa ciò che hai realizzato o fatto, è sempre umiliante e stimolante per me. Quindi penso che solo guardare la sua disponibilità a venire al tavolo e cantare una canzone con un ragazzo sui vent’anni, è fantastico.

I fan avranno la possibilità di provare in prima persona questa meraviglia quando il stato del cuore Il tour inizia a febbraio. “Questa è un’altra pietra miliare”, dice. “Per me fare un titolo che scappa da quello? Fare qualcosa del genere, non solo post-pandemia come quello è di per sé un’impresa, ma è un po’ strabiliante che siamo in grado di farlo in sicurezza. È un vero sogno. Sto incontrando i miei fan. Questa è la cosa più grande e più bella per me di tutti questi spettacoli, è come se finalmente potessi salutare le persone che mi hanno aiutato a cavarmela, sai, nell’ultimo anno e mezzo.

“È tutto molto eccitante”, dice Patrick. Sono molto grato. Ho molta gratitudine in questo momento. Per essere in grado di farlo, per arrivare in questo posto in questo momento, dove puoi tornare indietro e giocare? Nient’altro che gratitudine”.

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies