Morto Ed Asner: la star di “Mary Tyler Moore Show”, “Elf” e “Up” muore all’età di 91 anni

| |

Uno dei titani della televisione ci ha lasciato. Ed Asner, noto soprattutto per i suoi ruoli in “The Mary Tyler Moore Show” e “Lou Grant”, è morto all’età di 91 anni.

Ed Asner, che ha conquistato il pubblico televisivo interpretando il burbero Lou Grant in entrambi Lo spettacolo di Mary Tyler Moore e l’omonimo spin-off, è morto. L’attore, la cui carriera è durata oltre sei decenni, ha conquistato una nuova generazione di fan dando la voce al personaggio scontroso di Carl Fredricksen in Pixar’s Su nel 2009. Più di un decennio dopo che quel film straziante è arrivato sul grande schermo, i fan sono di nuovo in lutto, poiché Ed è morto il 29 agosto all’età di 91 anni, HollywoodLife può confermare.

“Attore leggendario, attivista, figura paterna, filantropo e icona vincitrice di 7 Emmy Award, Ed Asner è morto oggi pacificamente circondato dalla famiglia”, ha detto il pubblicista di Ed HL. “Aveva 91 anni”. Yitzhak Edward Asner è nato a Kansas City, Missouri, da genitori ebrei di origine russa. Dopo essere cresciuto in una famiglia ebrea ortodossa, Ed si è iscritto all’Università di Chicago, dove ha recitato in diverse produzioni teatrali. Dopo un periodo nell’esercito degli Stati Uniti, 1951-53, è tornato a Chicago dove ha contribuito a fondare il Playwrights Theatre Club, secondo Britannica.com.

Dopo essersi trasferito a Los Angeles, dopo un periodo a New York City dove ha affinato le sue abilità in ruoli Off-Broadway, Ed ha intrapreso una carriera nella recitazione televisiva. La sua grande occasione arrivò nel 1970, quando fu scritturato per Lou Grant Lo spettacolo di Mary Tyler Moore. Nel 1977, al personaggio di Ed è stato dato il suo spettacolo, Lou Grant. Mentre lo spettacolo originale era una commedia sui telegiornali, Lou Grant era un dramma sul giornalismo giornalistico, ed Ed è uno degli unici due attori a vincere un Emmy Award per aver interpretato lo stesso ruolo in una sitcom e in un dramma.

Ed ha vinto anche un Emmy per la sua interpretazione nel 1977 Radici, dove è stato lanciato come il capitano di una nave schiavista moralmente in conflitto, Thomas Davies. Dopo Lou Gant concluso nel 1982, Ed ha lavorato in una manciata di serie come Lo zoo del Bronx, Thunder Alley, e altro ancora. Ha anche avuto una lunga carriera di doppiatore, doppiando personaggi in Captain Planet and the Planeteers, Fish Police, Batman: The Animated Series, Gargoyles, Freakazoid!, The New Adventures of Zorro e altro ancora. Nel 2009, Ed ha doppiato Carl Fredricksen in Pixar’s Su. Non era il suo primo film per bambini, visto che interpretava Babbo Natale in Elfo sei anni prima.

ed
Ed Asner. Immagine: DAVID SWANSON/EPA-EFE/Shutterstock

Politicamente, Ed era un liberale schietto e non rifuggiva dalla politica. È stato eletto presidente della Screen Actors Guild nel 1981 e ha usato la posizione per esprimere le sue opinioni, in particolare lavorando contro il coinvolgimento del governo degli Stati Uniti in America Centrale. Nel 2017 ha pubblicato Lo storico brontolone: ​​un mancino d’altri tempi difende la nostra costituzione contro gli ipocriti di destra e gli stupidi. “Ho pensato a [writing the book] per molto tempo”, ha detto La Bestia Quotidiana nel 2017. “Come progressista, è una storia in cui credo e in cui credo. Se la destra capisse veramente cosa significa la Costituzione, non la userebbe come una stampella ogni volta che fregano i poveri e i diseredati”.

Ed era sposato con Nancy Sykes dal 1959 al 1988, e insieme hanno avuto tre figli: gemelli Matteo e Lisa, così come figlia Kate. Ha generato un figlio, Carlo, insieme a Carol Jean Vogelman nel 1987. Si fidanzò con il produttore Cindy Gilmore nel 1991. Si sono sposati nel 1998, ma lei ha chiesto la separazione legale nel 2007. Ed ha chiesto il divorzio nel 2015. Come padre e nonno di bambini con autismo, ha lavorato a stretto contatto con l’organizzazione no profit per l’autismo Autism Speaks. Ha anche lavorato con enti di beneficenza e non profit come il Comic Book Legal Defense Fund, il Rosenberg Fund for Children, Humane Borders e The Survivor Mitzvah Project.

Precedente

Rita Ora sfoggia un bikini grigio flirty per una fuga piena di sole in mezzo al romanticismo di Taika Waititi

Ariana Grande in “Donda” di Kanye West e i fan sono sorpresi su Twitter: “Non me lo sarei mai aspettato”

Successivo

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies