Megan Rapinoe spiega come la parità retributiva “cambi la narrativa” del modo in cui le donne sono valutate nello sport

| |

L’icona di USWNT Megan Rapinoe ha condiviso come combattere per la parità di retribuzione sia più che assicurarsi che le donne vengano pagate meglio.

Con i canti di “Equal Pay” che echeggiano a New York City mentre la squadra nazionale femminile degli Stati Uniti celebra la Coppa del Mondo 2019, Megan Rapinoe pensava che il calcio statunitense avrebbe finalmente ceduto e avrebbe pagato le donne per quello che valgono. “L’ho fatto davvero, ad essere onesti”, ha detto in un profilo in Harper’s Bazaar. Tuttavia, l’organizzazione calcistica ha reagito in modi che erano “fumettosamente misogini”, per Harper’s. Ciò ha solo incoraggiato Megan, 35 anni, e il resto della squadra, e ha spiegato come questa lotta sia più che solo conti bancari: si tratta di percezione. Il denaro è il modo in cui la nostra società mostra alle persone, soprattutto nello sport, come le valutiamo “, ha detto.

(Ryan McGinley)

“Sappiamo esattamente cosa c’è in un contratto ogni volta che un uomo lo firma”, dice Harper’s Bazaar. “Non sappiamo mai cosa fanno le donne. Perché lo è? Perché non sono qualcosa di cui essere orgogliosi. Dobbiamo cambiare questa narrativa. ” L’USWNT è fiducioso di negoziare un nuovo accordo di contrattazione collettiva equa prima che l’attuale scada entro la fine dell’anno, per Harper’s, ma la questione della retribuzione è ancora in discussione. US Soccer afferma che li manderebbe in bancarotta per pagare la squadra, ma a Megan non importa. “Mi dispiace che tu abbia praticato la discriminazione di genere e non abbia previsto il budget”, ha detto. “Ma avranno bisogno di riallocare.”

Il calcio statunitense è stato costretto a ricalibrare nel marzo 2020 dopo che la federazione ha usato un linguaggio sessista e umiliante in una denuncia legale contro la causa delle donne statunitensi sulla parità di retribuzione. L’organizzazione ha sostenuto che esisteva una “scienza indiscutibile” che alle donne mancava l ‘”abilità” dei giocatori maschi e che “il lavoro di un giocatore MNT comporta più responsabilità all’interno di US Soccer rispetto al lavoro di un giocatore WNT, da un [Equal Pay Act] punto di vista.” Questo è volato contro il modo in cui la squadra femminile ha portato a casa quattro Coppe del Mondo FIFA mentre la squadra maschile non è riuscita a qualificarsi per il torneo 2018 (e che la nazionale maschile Under 23 degli Stati Uniti non è riuscito a qualificarsi per le prossime Olimpiadi.)

(Ryan McGinley)
(Ryan McGinley)

Gli impegni di Megan per la giustizia sociale e l’uguaglianza sono stati ripagati in più di un modo. Lei e la sua fidanzata, 4 volte campionessa WNBA Sue Bird, si sono incontrati alle Olimpiadi di Rio 2016. Megan “originariamente è entrata nel DM di Bird per chiedere informazioni sull’attivismo della WNBA”, secondo Harper’s Bazaar. A quel tempo, Megan stava prendendo piede per la sua decisione di inginocchiarsi durante l’inno nazionale prima dei giochi, una mossa fatta in solidarietà con Colin KaepernickCampagna per protestare contro l’uccisione di neri da parte della polizia. La prima protesta di Megan fu in uno dei giochi WNBA di Bird, dove rimase seduta durante l’inno nazionale. Sue è stata l’unica che l’ha notato.

I due si sono fidanzati nell’ottobre 2020. Quell’anno, Megan non ha partecipato alla stagione dell’OL Reign per preoccupazione per COVID e invece, ha accompagnato Sue all’interno della bolla WNBA (la “Wubble”) in Florida. Ha trascorso l’anno sostenendo Sue e la corsa dei Seattle Storm a un altro titolo WBNA, il quarto assoluto di Sue. Con le Olimpiadi posticipate all’orizzonte – sarà l’ultima per Sue, che ha 40 anni, e forse l’ultima per Megan – sia Bird che Rapinoe sono concentrati sulle sfide future – così come un matrimonio di una settimana in un luogo accogliente per trascorrere del tempo con le loro famiglie.

Precedente

Anteprima di ‘The Masked Singer’: Ken Jeong spiega perché pensa che Chameleon sia 2 Chainz

Salma Hayek, 54 anni, rivela di essere quasi morta a causa di COVID-19 e ha trascorso 7 settimane in isolamento per riprendersi

Successivo

Lascia un commento