“Masked Singer’s Bull: come “Il mago di Oz” lo ha aiutato a capire l’identità della regina di cuori

‘The Masked Singer’s Bull è il vincitore del secondo posto della sesta stagione. HL ha parlato ESCLUSIVAMENTE con il cantante della sua performance finale e del momento in cui ha riconosciuto la voce della Regina di Cuori.

Todrick Hall è stato smascherato come il Toro durante Il cantante mascherato finale della sesta stagione Todrick è stato il secondo classificato alla Regina di Cuori, che è stato rivelato come Gioiello. Nonostante sia arrivato secondo, Todrick non poteva immaginare di non aver vissuto questa esperienza.

HollywoodLife ha parlato ESCLUSIVAMENTE con Todrick della decisione di fare lo spettacolo e di come ha deciso Hunter Hayes “Invisibile” come sua ultima performance. Ha anche rivelato come Il mago di Oz lo ha aiutato a riconoscere la voce di Jewel. Leggi le nostre domande e risposte di seguito:

Todrick Hall
Todrick Hall è stato rivelato come il Toro. (VOLPE)

Cosa ti ha fatto decidere che volevi fare Il cantante mascherato?
Sala Todrick: Ho visto così tanti miei amici fare lo spettacolo da Tori Kelly a Wayne Brady a Kandi Burruss a Jojo Siwa, così tanti dei miei amici l’hanno fatto e hanno parlato di che bella esperienza è stata. Anche io sono sempre stato affascinato sin da quando ero bambino… prima di prendere lezioni di danza ho imparato a ballare guardando la sfilata di Natale Disney. Uno dei miei sogni era quello di essere un personaggio in costume a Disney World o Six Flags, e non sono mai riuscito a vivere quel sogno. Quindi, quando hanno chiamato e chiesto, ho deciso di saltare a bordo. Sono anche molto, molto timido nel cantare e molto nervoso. Spesso, sono come se non ne valesse la pena. Per me perdere il sonno ed essere stressato per settimane e settimane e settimane su come suonerà la mia voce perché ho sempre avuto una voce naturalmente roca. Ero solo molto, molto nervoso al riguardo. Ma poiché la pandemia è stata così difficile per noi artisti, ho appena detto, sai cosa, quando le cose si riaprono, quando hai delle opportunità non darle per scontate come hai fatto prima del COVID. Ad esempio, approfitta sicuramente delle opportunità. Mentre mi preparavo per il mio prossimo tour mondiale e pubblicando nuova musica l’anno prossimo, ho pensato che fosse una grande opportunità per presentarmi a un gruppo di persone che potrebbero non aver mai sentito parlare di me.

Sei stato sicuramente uno degli artisti più memorabili che abbiamo mai avuto nello show. Esibirsi in un costume di questa portata è un po’ diverso da quello a cui sei abituato. Com’è stato esibirsi con quel costume?
Sala Todrick: Sono così grato di aver ricevuto un costume con due gambe e due braccia, prima di tutto. Gli zoccoli erano un po’ difficili da ballare e tenere il microfono con lo zoccolo. Ma io sono solo una di quelle persone che se ho intenzione di fare qualcosa, sono tutto al 100 milioni percento. Nei primi due episodi ero un po’ nervoso perché non si vede bene dal costume e i piedi aggiungono circa sei pollici al mio piede effettivo. Quindi ballare è stato difficile, ma una volta che ho capito come muovermi negli zoccoli e come confidare nel fatto che avrei voluto seguire la mia luce e che non sarei caduto dal palco, ho iniziato a sfidarmi ogni singola settimana perché Mi sembrava che se questa fosse una partita a scacchi, la mia strategia sarebbe stata quella di infondere la mia capacità di cantare con la mia capacità di esibizione e il mio background di danza. Perché il pubblico è una parte enorme del fattore di voto, e volevo che sentissero qualcosa nella stanza e portassero qualcosa di diverso dal semplice stare in piedi e pensarci. Sai, non è il mio forte. Molte persone sono brave in questo, ma non credo che sia questo a rendermi un artista speciale. Volevo solo essere in grado di ballare, e ho continuato a sfidare me stessa ea suonare in costume. A volte direbbero, non devi provare il costume. Lo stavo provando ogni singola volta perché volevo vedere di cosa ero capace e spingere i confini di ciò che i costumisti pensavano che potessi fare quando ho detto loro: “Penso di voler fare una spaccatura nel numero del circo .” Erano tipo, “Cosa?” Ero tipo: “Penso davvero di potercela fare”. È stato divertente continuare ad evolversi, continuare a spingere i confini e chiedere il permesso di uscire dai muri e fare cose ridicole in quel costume enorme perché è enorme. Di recente ho appena girato qualcosa a casa mia con esso, e i miei ballerini erano lì e mi dicevano: “È molto più grande nella vita reale di quanto sembri”. Mi fa sembrare che sia alto sette piedi. Ci sono così tante imbottiture e muscoli sopra. Era come questo gigantesco gorilla di King Kong. E ‘stato così divertente.

Per la tua performance finale, hai cantato “Invisible” di Hunter Hayes. Nicole Scherzinger stava piangendo per la performance. Qual è stata la tua reazione nel vederla così commossa dalla tua performance?
Sala Todrick: Mi ha davvero commosso. Ho dovuto smettere di arrendermi per iniziare a piangere perché so di non essere una bella piagnucolona. So che è difficile per me tornare ed essere in grado di parlare dopo, ma ho pianto così tante volte ascoltando quella canzone. lo so Hunter Hayes è un grande uomo bianco in forma, ma quando ha scritto quei testi, sembrava che li avesse fatti a mano per me. Mi sono legato così tanto a quella canzone. Ci sono state così tante volte in cui ero in un posto buio e ricordavo com’era la mia vita quando ero al liceo. Ho ascoltato quella canzone così tante volte e ho sentito che era un’opportunità così fantastica. Stavo giocando a cantare quella o “Over the Rainbow”, che è una delle mie canzoni preferite di tutti i tempi. sono un enorme mago di Oz fan. Ma poi ho pensato all’eredità, se non hai così tante opportunità di esibirti davanti a milioni di persone, cosa vuoi dire? Ci sono così tanti ragazzi che in questo momento vivono in case con genitori e familiari che non li capiscono e non si sentono capiti a scuola. Vado in tournée ogni anno, incontro questi ragazzi e ascolto le loro storie. È straziante per me, quindi ho preso quel momento per cantare quella canzone e sperare di poter benedire qualche ragazzo là fuori che si sente incompreso. Sono così felice che Nicole si sia connessa a questo a modo suo perché questa è la cosa bella della musica. Puoi scrivere testi e una melodia per una ragione e qualcosa che è personale per te. È qualcosa che stai attraversando, ma non hai scelta su come viene percepito e percepito dal pubblico che lo ascolta e quanto è benedetto qualcuno quando lo sente. Questo è ciò che amo della musica, e non so cosa abbia fatto per lei, ma sono felice che l’abbia toccata in qualche modo.

Il cantante mascherato
Si trattava di Toro e Regina di Cuori. (VOLPE)

Sei rimasto sorpreso dalla Regina di Cuori? Avevi idea di chi fosse prima di essere smascherata?
Sala Todrick: Non avevo idea di chi fosse, ma quando l’ho sentita cantare “Firework”, ne ho sentito un po’. L’unico motivo per cui conoscevo la sua voce è – ovviamente, ho già sentito le canzoni di Jewel – ma come ho detto, sono un grande mago di Oz fan, e Jewel ha interpretato Dorothy in Il mago di Oz live in concerto con tanti artisti incredibili. Ero proprio come, oh mio Dio, riconosco quella voce perché è stata una parte enorme della mia infanzia guardare così tanto quel concerto dal vivo. La sua voce è così riconoscibile, quindi è stato davvero bello arrivare alla fine della competizione. Non solo con Jewel, ma il fatto che ho tenuto duro e ne ho fatto una competizione in cui due persone contro cui stavo gareggiando erano come Toni Braxton e Katharine McPhee e David Foster e fottutamente Faith Evans. È sbalorditivo per me che ce l’ho fatta e ho continuato a partecipare alla competizione in cui quelle persone competono con me. Mi ha dato una ritrovata fiducia. Sto lavorando a nuovi album e normalmente scrivo solo testi divertenti e accattivanti e li rappo, ma ora sto pensando un po’ di più al mio album in uscita perché ho acquisito una nuova fiducia nella mia voce cantando dal fare il mostrare. È stato davvero utile per me e una buona pausa dalle cose che faccio di solito. Sono solo così felice di aver detto di sì. Non riesco a immaginare di non aver avuto questa opportunità.

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies