Mark Hamill, Fred Armisen e altre star insieme per il video “My Sweet Lord” di George Harrison

Cinquant’anni dopo che George Harrison ha pubblicato il suo iconico “My Sweet Lord”, la canzone ottiene finalmente un video ufficiale e include Jon Hamm, “Weird” Al Yankovic e il figlio di George, Dhani!

Sembra impossibile celebrare completamente l’immenso impatto di di George Harrison musica e messaggio di pace. Tuttavia, un cast di stelle ha deciso di fare proprio questo creando il primo video musicale ufficiale per il suo successo del 1970, “My Sweet Lord”. Il video, pubblicato mercoledì (15 novembre), inizia con Mark Hamill prendere una telefonata. Dopo aver ricevuto alcune terribili notizie, si rivolge a Fred Armisen e lo manda in missione per trovare…qualcosa. Fred e Vanessa Bayer iniziare la loro indagine. A loro si uniscono una manciata di agenti, ognuno alla ricerca di qualcosa di impatto, che rispecchi la natura della canzone.

Da lì, attraversano percorsi con una linea infinita di stelle. “My Sweet Lord” presenta le apparizioni di alcuni amici ed ex compagni di band di George (Ringo Starr e Leff Lynne) ad altri musicisti (Joe Walsh, Reggie Watts, Lo “strano” Al Yankovic) ai comici (Patton Oswalt, Moshe Kasher, Natasha Leggero) alla moglie e al figlio di George, Olivia Harrison e Dhani Harrison. Anche lo stesso George, attraverso alcuni filmati d’archivio, fa un’apparizione commovente.

Questa è solo la punta del cast stellato. Il video presenta anche Darren Criss, David Gborie, Sam Richardson, Atsuko Okatsuka, Rosanna Arquette, Brandon Wardell, Jon Hamm, Brett Metter, Anders Holm, Rupert Friend, Angus Sampson, Taika Waititi, Tim ed Eric (Eric Wareheim e Tim Heidecker), Garfunkel & Avena (Kate Micucci e Riki Lindhome), Alyssa Stonoha, Mitra Jouhari, Sandy Honig, Aimee Mullins, Courtney Pauroso, Natalie Palamides, Shepard Fairey, Claudia O’Doherty, Tom Scharpling, Paul Scheer, e Sara Baker.

Questo nuovo video continua la recente riscoperta di Il Scarafaggi’ influenza sulla musica. Il gruppo è stato reintrodotto in una nuova generazione per gentile concessione di di Peter Jackson documentario Disney+, Riprendere. Aiutare con questa celebrazione è Lance Bangs, lo scrittore e regista del video “My Sweet Lord”. Lance ha già lavorato su film (Gesù di Suburbia, Parcheggi) e televisione (asino). Lance ha anche diretto video musicali per atti come pavimentazione (“Sputa su uno sconosciuto”), Sonic Youth (“Il mare dei diamanti”), Giornata verde (“Ultima corsa in”), Mike Watt (“Ho legato una canna intorno alla vita”), Femmine urlanti (“Senza speranza”) e il si si si (“Iside”, “Bacio, bacio”).

(otturatore)

“Realizzare questa è stata una delle esperienze più appaganti della mia vita”, ha detto Lance in un comunicato stampa. “L’approccio era quello di rappresentare visivamente la canzone mentre questi agenti e ispettori continuavano a perdere la meraviglia metafisica che li circondava. Le immagini sono coreografate al suono di melodie vocali, strimpellate di chitarra, pattern di batteria, cambi di accordi. George ha inserito un senso dell’umorismo in tutti i suoi video, quindi abbiamo mantenuto quello spirito e riempito il cast di amici e ammiratori della sua musica, molti provenienti dall’attuale panorama della commedia”.

Lance rivela anche di aver girato il video con alcuni “obiettivi a focale fissa vintage” da alcuni dei film prodotti dalla George’s HandMade Films, e spero che gli spettatori possano provare un senso di meraviglia e di ricerca mentre lo guardano, e che la canzone continui a aggiungere a tutte le nostre vite.” Oltre a far parte di Gli scarafaggi e avendo una leggendaria carriera da solista, George ha fondato lo studio cinematografico britannico, HandMade Films, che ha contribuito a realizzare film iconici come La vita di Brian dei Monty Python, Time Bandits, e Withnail ed io.

“My Sweet Lord” è stato rilasciato dall’album di George, Tutte le cose devono essere passate. Il singolo è stato recentemente certificato disco di platino e il 50th Anniversary Uber Deluxe Edition per Tutte le cose devono essere passate ha ottenuto una nomination per il miglior pacchetto in scatola o in edizione limitata speciale ai prossimi 64° Grammy Awards. Purtroppo, George è morto nel 2001 dopo una battaglia contro il cancro. Tuttavia, come dimostra “My Sweet Lord”, la sua influenza e la sua eredità sono vive e vegete.

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies