Maralee Nichols rompe il silenzio sulla relazione con Tristan Thompson: devo “difendere il mio personaggio”

La donna che ha affermato che Tristan Thompson è il padre di suo figlio ha rilasciato una dichiarazione che descrive in dettaglio la sua esperienza con la star dell’NBA.

Maralee Nichols sta finalmente parlando in relazione a di Tristan Thompson caso di paternità, dopo la nascita del figlio. Maralee ha condiviso di aver sentito il bisogno di farsi avanti dopo che “sono state circolate molte storie inesatte e false su di me”, in una dichiarazione a E! Notizia venerdì 17 dicembre. Dopo che giovedì un giudice ha archiviato il caso di paternità di Tristan, Maralee ha notato che suo figlio era la sua principale preoccupazione per il futuro.

Mentre Tristan, 30 anni, ha cercato di archiviare un ordine di bavaglio contro Maralee per impedirle di “far trapelare informazioni” ai media il 7 dicembre, Maralee ha affermato di non aver mai parlato con i media o condiviso informazioni. “Sto fornendo questa dichiarazione perché sento di dover difendere il mio personaggio”, ha detto nella dichiarazione.

Maralee ha detto di essere stata erroneamente etichettata come personal trainer. Ha chiarito che aveva fatto la modellazione del fitness. Ha anche detto di aver vissuto in California dal 2019 e di aver incontrato Tristan a casa sua durante una festa nel 2020. Ha affermato che i due hanno iniziato a vedersi nel marzo 2021 a Houston, in Texas. Khloe Kardashian’s ex aveva precedentemente affermato che i due avevano fatto sesso nel marzo 2021 intorno al suo 30esimo compleanno. “Ricordo solo che io e il firmatario abbiamo avuto rapporti sessuali nel marzo del 2021 e in nessun altro momento nel 2021”, ha scritto in un documento.

Maralee ha condiviso la sua esperienza con Tristan in una nuova dichiarazione. (Notizie in arrivo)

Oltre all’incontro con Houston, Maralee ha affermato che Tristan l’ha invitata a Boston e lei gli ha parlato della gravidanza ad aprile mentre si trovava nella Carolina del Nord. Maralee ha poi spiegato di aver aspettato la nascita di suo figlio prima di intraprendere un’azione legale. “Non ho presentato alcuna richiesta di mantenimento dei figli prima della nascita di nostro figlio. Il caso che Tristan ha intentato contro di me è stato archiviato il 15 dicembre 2021″, ha detto.

Andando avanti, Maralee ha spiegato che voleva concentrarsi su suo figlio piuttosto che su tutto il dramma che circonda la sua nascita. “Invece di concentrarmi su qualsiasi negatività, scelgo di abbracciare l’essere una madre e fare del mio meglio per mio figlio. Non voglio ulteriori attenzioni da parte dei media, né voglio una relazione romantica con Tristan. Il mio obiettivo è crescere nostro figlio in un ambiente sicuro, sano, amorevole e privato”, ha detto.

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies