L’ex capo di Chris Cuomo lo accusa di molestie sessuali e lo esorta a “pentirsi”

| |

Un ex produttore esecutivo della ABC ha affermato che Chris Cuomo l’ha molestata sessualmente a una festa nel 2005, dopo aver lavorato con lui in “Primetime Live”.

Shelley Ross ha scritto un editoriale per Il New York Times venerdì 24 settembre, dove ha affermato che Chris Cuomo, 51, l’aveva molestata sessualmente a una festa di lavoro nel 2005. Shelley era stata produttrice esecutiva per vari programmi di notizie. All’epoca, disse che stava lavorando a uno speciale di intrattenimento per la ABC, ma era stata la produttrice esecutiva di Chris in Prima serata in diretta prima di quello.

Shelley ha affermato di aver visto l’ancora, mentre partecipava alla festa di addio di un collega con suo marito. Ha detto che quando l’ha salutata, ha allungato la mano e le ha afferrato la natica. “’Posso farlo ora che non sei più il mio capo’, mi disse con una sorta di arroganza arrogante. ‘No, non puoi,’ ho detto, spingendolo via dal petto mentre facevo un passo indietro, rivelando mio marito, che aveva visto l’intero episodio da vicino”, ha scritto Shelley, dicendo che se n’è andata poco dopo.

Chris Cuomo, 51 anni, è stato accusato di aver molestato sessualmente un ex capo in un editoriale del New York Times. (Gregory Pace/Shutterstock)

Il produttore ha incluso una presunta e-mail di Chris, ricevuta un’ora dopo l’incidente, in cui si è scusato ed ha espresso rammarico. “[N]ow che ci penso… [I] mi vergogno”, diceva la riga dell’oggetto. L’ancora ha chiesto a Shelley di “passare le mie scuse al tuo ottimo e nobile marito” e ha fatto lo stesso con lei. “[I] scusami anche con te, anche solo per averti messo in una posizione del genere [sic],” scrisse.

Nonostante le scuse, Shelley ha messo in dubbio il motivo dietro l’invio. “Si vergognava di quello che ha fatto, o era imbarazzato perché mio marito l’ha visto?” lei scrisse. “Sig. Cuomo potrebbe dire che si tratta di scuse sincere. L’ho sempre visto come un tentativo di fornire a se stesso una copertura legale e morale per eludere la responsabilità”. L’ex produttore esecutivo si è anche interrogato sui motivi per cui l’ancora ha afferrato il suo sedere. “Non ho mai pensato che il comportamento del signor Cuomo fosse di natura sessuale. Che lo capisse o meno in quel momento, la sua forma di molestia sessuale era un atto ostile inteso a sminuire e sminuire il suo ex capo donna di fronte allo staff”, ha scritto.

In una dichiarazione a I tempi, Chris ha anche affermato che non c’era alcuna intenzione sessuale dietro la sua azione e che le sue scuse erano sincere. “Come riconosce Shelley, la nostra interazione non era di natura sessuale. È successo 16 anni fa in un ambiente pubblico quando era una dirigente di vertice della ABC. Mi sono scusato con lei allora, e lo pensavo sul serio”, ha detto I tempi. Quando contattato per un commento da HollywoodLife, un contatto stampa per la CNN ha indicato la stessa dichiarazione.

L’ex capo di Chris ha ribadito che non voleva che perdesse il lavoro dopo il suo editoriale. (Matt Baron/Shutterstock)

Shelley ha affermato che non vuole che Chris venga licenziato, e non ha “nessun rancore” nei suoi confronti, ma ha chiesto responsabilità, soprattutto dopo che Chris è stato nominato consigliere di suo fratello, l’ex governatore di New York Andrea Cuomo, quando ha affrontato accuse di molestie sessuali. Chris era stato preso di mira, poco dopo che suo fratello era stato accusato di molestie sessuali, e si era scoperto che aveva prestato servizio come consigliere del governatore, che in seguito si è dimesso tra le accuse. È stato anche criticato per non aver coperto le accuse di molestie sessuali di Andrew nel suo programma della CNN.

L’editoriale di Shelley si è concluso ribadendo che non voleva che l’ancora perdesse il lavoro, ma lo ha chiamato per una maggiore responsabilità e ha proposto uno spettacolo che esamina da vicino le molestie sessuali sul posto di lavoro. “Vorrei, tuttavia, vederlo pentirsi giornalisticamente: concordare in onda per studiare l’impatto del sessismo, delle molestie e dei pregiudizi di genere sul posto di lavoro, compreso il suo, e poi riferire su di esso”, ha scritto.

Precedente

Cecily Strong sta ancora decidendo se tornerà a “SNL” ma sembra che Pete Davidson e altri lo saranno

Sam Tabor Biografia, famiglia, carriera, fidanzata, patrimonio netto, misurazioni

Successivo

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies