Kim Kardashian ringrazia il governatore dell’Oklahoma per il pendolarismo della frase di Julius Jones: “Sono così grato”

Kim Kardashian ha espresso la sua gratitudine al governatore dell’Oklahoma dopo che la condanna a morte di Julius Jones è stata commutata poche ore prima della sua prevista esecuzione.

Kim KardashianGli sforzi per fermare l’esecuzione di Julius Jones, un uomo di 41 anni che è stato condannato a morte in Oklahoma per un omicidio del 1999 che gli è stato negato di aver commesso, hanno dato i loro frutti. Governatore Kevin Stitt annunciato giovedì (18 novembre) che stava commutando la condanna a morte di Jones in ergastolo senza condizionale a seguito di “considerazione devota e revisione dei materiali presentati da tutte le parti di questo caso”. Kim, 41 anni, era ovviamente felicissima di questa notizia, considerando che ha lottato per salvare Julius dal braccio della morte. Ha rilasciato una dichiarazione su Twitter celebrando l’importante decisione legale.

Kim Kardashian
Kim Kardashian (Foto: TheRealSPW / MEGA)

“Grazie mille al governatore Stitt per aver commutato la condanna di Julius Jones in ergastolo senza condizionale e aver fermato la sua esecuzione oggi”, ha detto Kim. “Ieri ho trascorso la maggior parte della mia giornata al telefono con Julius tra i suoi incontri con l’avvocato e le visite dei familiari che ancora non sono visite di contatto. Significa che non può ancora abbracciare i suoi familiari prima di essere giustiziato. Non lo fa da più di 20 anni”. Kim ha continuato a condividere che a Julius sono stati offerti farmaci anti-ansia prima della sua prevista esecuzione, ma si è rifiutato di prenderli “perché ha detto che ha la coscienza pulita e questo gli dà pace sapendo che è innocente e non voleva essere drogato. .”

Kim ha aggiunto: “Voleva anche che passassi alcuni messaggi che erano davvero importanti per lui. La cosa più importante è che devi sempre assicurarti di fare la cosa giusta. Julius frequentava il pubblico sbagliato e questo lo ha portato nella posizione in cui si trova oggi. Ha detto che se stai facendo qualcosa che tua madre non approverebbe, allora non dovresti farlo. È così semplice!” L’avvocato che studia ha detto di essere “così grata a tutti coloro che hanno usato la loro voce e hanno contribuito a salvare la vita di Julius oggi. Grazie alla commissione per la libertà vigilata e al governatore Stitt».

Kim ha menzionato per la prima volta il caso di Julius e la petizione per il suo rilascio su Twitter nel 2019. Un anno dopo, nel novembre 2020, ha visitato Julius al penitenziario di stato dell’Oklahoma e ha utilizzato Instagram per condividere foto della visita. Ha portato l’attenzione nazionale su Julius’ caso a marzo, e nelle ultime settimane, ha fatto della sua missione cercare di fermare l’esecuzione di Julius, definendola un “tragico errore giudiziario”.

Kim, come molti altri, ha creduto alle affermazioni di Julius secondo cui era innocente nell’uccisione di un uomo d’affari nel 1999 Paul Howell. Julius era uno studente universitario di 19 anni quando divenne il principale sospettato. È stato arrestato nell’agosto 1999 e successivamente condannato per omicidio di primo grado e condannato a morte nel 2002, nonostante la mancanza di prove per collegare direttamente Julius all’omicidio. Ha chiesto clemenza nell’ottobre 2019 e nel rapporto ha affermato: “Poiché Dio è mio testimone, non sono stato coinvolto in alcun modo nei crimini che hanno portato all’uccisione di Paul Howell. Ho passato gli ultimi 20 anni nel braccio della morte per un crimine che non ho commesso, non ho assistito e non mi trovavo”.

Precedente

Heidi Klum, 48 anni, non si trucca e sfoggia nient’altro che pantaloncini corti in vacanza

Todd e Julie Chrisley rivelano come la loro famiglia “ferocemente competitiva” viene messa alla prova in uno speciale natalizio

Successivo

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies