Jonathan Owens fa venire l’acquolina in bocca per la splendida nuova foto della fidanzata Simone Biles: “Damn Girl”

Il fidanzato di Simone Biles, Jonathan Owens, è davvero il suo più grande fan! La calciatrice ha commentato il suo ultimo scatto, mentre si prepara per le Olimpiadi di Tokyo.

Simone Bili, 24 anni, può sempre contare sull’appoggio del suo ragazzo, Jonathan Owens, 25. Il giocatore di Houston in Texas è saltato rapidamente nella sezione commenti del suo ultimo scatto su Instagram, che la mostrava in posa alle prove olimpiche in un body rosso. “smize”, ha sottotitolato la foto, che puoi vedere qui, mentre si tirava indietro i capelli in una treccia e li allacciava con un fiocco bianco. “Dannazione ragazza”, ha scritto Jonathan, aggiungendo tre emoji sbavanti, mentre un altro follower ha commentato: “Ho dimenticato di dirtelo, ma il tuo trucco e i tuoi capelli erano fantastici! Quel colore ti sta FANTASTICO!”

Il commento di Jonathan sulla foto di Simone. Immagine: Instagram

Simone si sta attualmente preparando a competere per l’oro olimpico ancora una volta alle prossime Olimpiadi e Jonathan la sta supportando lungo la strada. Poco prima che lei gareggiasse nelle prove olimpiche, ha detto che “non vedo l’ora di guardare” aggiungendo “Sei in città, piccola… Andiamo”.

Nonostante sia stata la prima donna a vincere sette titoli del Campionato di ginnastica degli Stati Uniti, sembra che Simone potrebbe appendere presto i suoi luccicanti body. Si è aperta sulla possibilità di ritirarsi dopo le Olimpiadi estive del 2024 a Parigi in a nuova intervista di copertina con Fascino pubblicato il 15 giugno, rivelando che è entusiasta di iniziare il prossimo capitolo della sua vita fuori dal tappetino da palestra.

simone
Simone Bili. Immagine: Jeff Roberson/AP/Shutterstock

“Ho già fatto molto, ma sto ancora cercando di raggiungere nuove vette e vedere di cosa sono capace”, ha detto Simone alla pubblicazione, aggiungendo: “Sono davvero entusiasta di vedere cosa c’è là fuori in il mondo e per vedere in cos’altro sono bravo. I miei allenatori Cecile e Laurent [Landi] sono di Parigi, quindi penso che sarebbe una buona corsa per finire lì. Vedrò dove andremo”.

“Non sono più una bambina. Dipende sicuramente da me”, ha continuato Simone. “Nessuno mi obbliga. Ogni volta che sei più giovane, ti senti come se fosse un lavoro e devi essere spinto. Ma ora è come, questo è quello che voglio fare, ecco perché sono qui.

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies