Jay-Z, Mandy Moore e altre star che hanno genitori LGBTQ

| |

Ogni mese è il mese dell’orgoglio per queste celebrità. Da JAY-Z a Mandy Moore, dai un’occhiata a queste star che sono i figli orgogliosi dei genitori LGBTQ+.

Il Pride Month non è solo per i membri della comunità LGBTQIA+. È anche per i figli di genitori gay, lesbiche, bisessuali, queer/interrogatori, intersessuali, asessuali e transgender. Sebbene la comunità continui ad affrontare difficoltà e stigma come genitori, le celebrità come Mandy Moore, 37, dimostrano che i timori sui genitori LGBTQIA+ sono del tutto infondati. Mandy aveva 23 anni quando sua madre lasciò suo padre. Entrambi i suoi fratelli sono gay, e Mandy ha detto Persone nel 2017 che è orgogliosa del fatto che stiano vivendo la loro verità.

“Nessuno nasconde chi sono. Non ci sono segreti nella nostra vita”, ha continuato. “Amo e sostengo mia madre e i miei fratelli con tutto il mio cuore. E niente mi rende più felice che vedere qualcuno vivere il proprio sé autentico e scegliere l’amore. Se qualcuno riesce a trovare l’amore, lo sostengo, vi saluto e lo celebro”.

Mandy Moore agli MTV Movie & TV Awards di Los Angeles il 16 maggio 2021 [Chelsea Lauren/Shutterstock].

Kylie e Kendall Jenner erano le più grandi cheerleader di Caitlyn Jenner quando ha fatto coming out come trans nel 2015. Recentemente l’hanno chiamata la loro “eroina”. Guardiani della Galassia stella e campione WWE Dave Bautista ha mandato amore a sua madre nel 2019. “Questa è mia mamma”, lui sottotitolato una foto IG di lei dagli anni ’70. “Forte e orgoglioso quando non andava bene essere rumoroso e orgoglioso. Non si è mai scusata per chi era o per chi amava. Ecco perché non l’ho mai fatto neanche io. E mai lo farà! Una forte lesbica ha cresciuto un uomo forte e non potrei essere più orgoglioso di lei. … Lei è la ragione per cui sono quello che sono. Ogni parte decente di me come essere umano è direttamente a causa di mia madre. Festeggio il mese dell’#lgbt Pride con lei e tutti gli altri della comunità in cui sono cresciuto”.

JAY Zla mamma è uscita sul suo album del 2017 4:44. Gloria CarterIl duetto con suo figlio nella canzone “Smile” ha lasciato un impatto indelebile, ed è stato celebrato mesi dopo la sua uscita. “Immagina di dover vivere la tua vita come qualcun altro e pensi di proteggere i tuoi figli. E per mia madre dover vivere come qualcuno che non era e nascondere e proteggere i suoi figli… [she] non voleva mettere in imbarazzo i suoi figli per tutto questo tempo. E per lei sedersi di fronte a me e dire: ‘Penso di amare qualcuno…’ voglio dire, ho pianto davvero. Questa è una storia vera”, il rapper, 51 anni, ha condiviso nel 2018, per Persone. “Ho pianto perché ero così felice per lei che fosse libera”.

Jay-Z e Gloria Carter alla Shawn Carter Foundation ospitano “Making the Ordinary Extraordinary” a New York il 29 settembre 2011 [Picture Perfect/Shutterstock].

Nonostante così tanto amore e accettazione da parte dei suddetti personaggi pubblici e delle altre celebrità cresciute dai genitori LGBT+, le coppie all’interno della comunità devono ancora affrontare stigmi e sfide quando si tratta di iniziare una famiglia, specialmente se desiderano adottare. Nel gennaio 2020, il Tennessee è diventato l’undicesimo stato ad approvare un disegno di legge che protegge i gruppi religiosi dal negare l’adozione e l’affidamento alle famiglie LGBT+ a causa di convinzioni religiose. A ottobre, la Corte Suprema ha deciso di ascoltare Fulton v. City of Philadelphia per decidere se tali organizzazioni sono autorizzate a farlo all’insegna della “libertà religiosa” o se tali pratiche equivalgono a discriminazione.

Uno studio del 2019 del Tufts Medical Center ha rilevato che quasi i due terzi dei padri gay negli Stati Uniti sperimentano lo stigma come padri omosessuali, il più delle volte in contesti religiosi, per Reuters. Tuttavia, un sondaggio dell’Università dell’Oregon del 2015 su 19.000 studi relativi alla genitorialità omosessuale ha rilevato che i bambini cresciuti da coppie gay e lesbiche non erano diversi da quelli cresciuti da genitori del sesso opposto. Ci sono circa 400.000 bambini attualmente in affidamento negli Stati Uniti, di cui circa un quarto sono ancora in attesa di essere adottati. Dai un’occhiata alla galleria qui sopra per vedere più star che hanno genitori che si identificano come membri della comunità LGBTQIA+!

Precedente

Lady Gaga celebra l’orgoglio con un video bikini sensuale — Guarda

John Hersey: 5 cose da sapere sul fusto “The Bachelorette” che fa svenire Katie Thurston

Successivo

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies