Elizabeth Ragsdale: 5 cose da sapere sulla madre del figlio segreto di Simon Monjack

| |

Una delle tante rivelazioni scioccanti in “What Happened, Brittany Murphy?” è che suo marito, Simon Monjack, ha segretamente generato un figlio con Elizabeth Ragsdale. Ecco cosa devi sapere.

Da allora Bretagna Murphy morta di polmonite e anemia nel 2009, ci sono state molte domande sulla sua tragica morte e sulla sua relazione con Simon Monjack, uno sceneggiatore di Hollywood di basso livello che sarebbe morto per cause simili sei mesi dopo. Cos’è successo, Brittany Murphy?, un documentario HBO Max in due parti, volto a rispondere ad alcuni dei misteri che circondano la sua tragica morte. In tal modo, ha scoperto una verità scioccante: Simon non ha generato nessuno ma due bambini con altre donne.

Una di quelle donne era Elizabeth Ragsdale. Cos’è successo, Brittany Murphy? segna la sua prima dichiarazione pubblica sulla sua relazione segreta con Simon e il loro amore di 18 anni. Mentre il mondo riceve tutte le nuove informazioni su Simon, Brittany e la loro controversa relazione, ecco lo scoop su Elizabeth.

1. Elizabeth e Simon hanno avuto una relazione negli anni ’90

Si dice che Brittany e Simon si siano conosciuti quando lei aveva 17 anni quando lui è diventato amico di lei e di sua madre, Sharon Murphy. In quel periodo, Simon fu coinvolto con Elizabeth, una donna di Parigi. La loro relazione è stata più che una tantum perché…

Simon Monjack (NEILL J SCHUTZER/©2010 RAMEY FOTO/MEGA)

2. Elizabeth una volta era fidanzata con Simon

Nel giugno 1998, Simon fece la domanda a Elizabeth in un grande magazzino Harrod’s a Parigi. Tuttavia, in questo momento, cominciarono ad apparire delle crepe nella facciata di Simon. Dopo che Elizabeth lo ha rifiutato per il sesso, le ha detto in lacrime che aveva un “cancro alla colonna vertebrale” e si stava sottoponendo a cure a Monaco. Elisabetta acconsentì alla sua supplica e fecero l’amore. “Era molto rude”, ha detto in Cos’è successo, Brittany Murphy?, aggiungendo che hanno fatto sesso “non era sempre quando volevo”.

3. Le disse che i suoi trattamenti per il “cancro” lo avrebbero reso “sterile”

Nel settembre 1998, i due erano insieme a Monaco, e lui disse che se volevano avere figli, lei doveva rimanere incinta in quel momento perché i “trattamenti taglienti della cartilagine” lo avrebbero reso sterile.

la madre di Simone, Linda Monjack, ha difeso il suo defunto figlio, dicendo che ha sviluppato un’estrema paranoia dopo la morte di suo padre per cancro. “Di certo non penso che sia uscito per dire alla gente che aveva il cancro. Penso che ci credesse”, ha detto. Che ci credesse o meno, i risultati furono gli stessi: Elizabeth rimase incinta a Monaco.

4. Ha dato alla luce il loro figlio nel 2003

La gravidanza di Elizabeth non è stata felice. Si è ammalata gravemente mentre portava in grembo lei e il figlio di Simon. Elizabeth voleva portare sua sorella e la sua famiglia a visitare Monaco, che Simon ha abbattuto. Un’amica di Elizabeth iniziò a preoccuparsi perché era tagliata fuori da tutti e questo isolamento stava mettendo a dura prova. Un giorno, quando Elizabeth venne a trovarla, la sua amica disse che sembrava essere tornata da un “campo di concentramento”. Questo amico ha affrontato Simon e gli ha detto di portare Elizabeth da un dottore – immediatamente! Se non l’avrebbe fatto, allora lo avrebbe fatto lei, ed Elizabeth pensa che questo amico le abbia salvato la vita.

Simon ha detto che voleva avere il bambino sul suolo americano ed è tornato a New York prima di Elizabeth. Quando è arrivata nella Grande Mela, Elizabeth ha chiamato Simon per dirle che era arrivata. Ha riattaccato. I successivi tentativi di Elizabeth di contattare Simon si rivelarono inutili. Dopo che Simon l’ha essenzialmente fantasmata, Elizabeth ha chiamato sua madre e Linda ha rivelato che Simon non aveva il cancro e che aveva usato i soldi di Elizabeth per tutto questo tempo.

Elizabeth alla fine si mise in contatto con il proprietario della villa in cui alloggiava Simon. Il proprietario disse che Simon aveva già trovato qualcun altro, cosa che fece infuriare Elizabeth. Rivolse la sua rabbia verso l’interno e pensò di uccidersi, ma non lo fece per il bene del suo bambino.

Nel 2003 ha dato alla luce un figlio, Elijah Ragsdale.

Brittany e Simon (Gregory Pace/BEI/Shutterstock)

5. Elizabeth pensa che Simon abbia contribuito alla morte di Brittany

Simon ha finalmente contattato Elizabeth nel 2007, dopo che lui e Brittany si sono fidanzati. Elizabeth ha detto che Simon si è offerto di comprarle una casa, che lei crede fosse il suo modo per comprarle il silenzio. “La posta in gioco era molto più alta con lui sposato con Brittany”, ha detto. “Non voleva che nessuno sapesse che ero là fuori con suo figlio.” Simone ha anche minacciato di venire a prendere Elia da Elisabetta, motivo per cui è rimasta in silenzio.

“So perché Britany ha scelto Simon. Ha operato il suo incantesimo su di lei. E lei ci è caduta. Come ho fatto io”, ha detto nel documento. Pensa anche che Simon abbia avuto un ruolo nella sfortunata morte di Brittany. “Quando ho visto Brittany Murphy diventare molto magra, ho capito che aveva qualcosa a che fare con questo. Amava le donne anoressiche. Mi guardava da dietro nei miei jeans, e diceva: ‘Pensi davvero di dover indossare quei jeans? Perché sai che sembri un po’…’” ha detto.

“Credo che Simon Monjack, anche se non ha ucciso Brittany Murphy, le ha permesso di morire perché non l’ha portata dal dottore e non l’ha aiutata”, ha aggiunto Ragsdale. “E credo che abbia fatto la stessa cosa a se stesso, sapendo che aveva bisogno di cure mediche. Non l’ha capito ed è morto. Preferirebbe essere morto piuttosto che essere scoperto come il truffatore che era”.

Precedente

I figli di Marc Anthony: fatti sui suoi 6 figli, compresi i gemelli con J.Lo

La madre di Simon Monjack difende il matrimonio di suo figlio con Brittany Murphy: erano “innamorati”

Successivo

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies