DaBaby Shocks Rolling Forte portando Tory Lanez, il presunto tiratore di Meg Thee Stallion, sul palco

| |

Oltre a scatenare uno sfogo omofobico e farsi colpire con una scarpa, il set di Rolling Loud di DaBaby gli ha permesso di far uscire Tory Lanez – l’uomo che presumibilmente ha sparato a Megan Thee Stallion – subito dopo l’esibizione del rapper ‘Savage’.

DaBaby ha portato una grande e disordinata meschinità a Rolling Loud domenica (25 luglio). Il rapper, che si è esibito bene dopo Megan Thee Stallone al festival di Miami, aveva eseguito una manciata delle sue canzoni – tra cui “Cry Baby”, la sua collaborazione con Meg – prima di far uscire qualcuno con un costume enorme. “Darò a qualcuno qui fuori un milione di dollari se riesce a indovinare chi è qui dentro”, ha detto DaBaby, 29 anni. “Ho un milione di dollari in questo momento se riesci a indovinare chi… chi pensi?” La persona in costume non era altro che Tory Lanez, l’uomo che Megan ha accusato di averle sparato nel luglio 2020.

Dopo che Tory, 28 anni, ha abbandonato il costume, lui e DaBaby si sono lanciati nella loro collaborazione, “SKAT”, prima di fare una cover della canzone di Megan, “Cash Shit”, secondo Setlist.fm. Molti fan si sono accorti della mancanza di rispetto di DaBaby – facendo la sua canzone con Meg, facendo uscire Tory, poi coprendo uno dei sua canzoni – e hanno espresso il loro disgusto online. Cosa c’è di così vile e disgustoso? [DaBaby] ha avuto il coraggio di suonare la canzone #MeganTheeStallion prima e dopo? [Tory] venne fuori. Poi ha suonato tutta la sua strofa. Tipo, chi sta allevando questi tizi? Spero davvero che le figlie di DaBaby non sperimentino un uomo come lui”.

Nell’agosto 2020, Megan ha accusato Tory di averle sparato ai piedi e ha ampliato le affermazioni in un op-ed di ottobre per Il New York Times. “Dopo una festa, mi hanno sparato due volte mentre mi allontanavo da lui. Non avevamo una relazione. Sinceramente, sono rimasto scioccato di essere finito in quel posto”. Tory ha negato le accuse – ha persino pubblicato un intero album (poco accolto) in cui ha confutato le accuse. Nell’ottobre 2020, Tory è stato accusato di un reato di aggressione con arma da fuoco semiautomatica e un conteggio di trasporto di un’arma da fuoco carica e non registrata in un veicolo. Si è dichiarato non colpevole di entrambe le accuse.

Per quanto riguarda DaBaby e Megan, hanno avuto un litigio dopo che ha collaborato con Tory per “SKAT”. Megan ha smesso di seguire DaBaby dopo l’uscita del singolo a giugno, e lei twittato, “Sostienimi in privato e pubblicamente fai qualcosa di diverso…questi uomini del settore sono molto strani. Questa situazione non è un dannato “manzo” e vorrei davvero che la gente smettesse di minimizzarla come se fosse una merda su Internet per i like e i retweet. Lei e DaBaby si sono messi in un avanti e indietro (“Sai come so che non sono un ‘industria’ n—-, lascia che ti ingannino facendoti pensare che stai inciampando”, lui twittato), e sembrava che fosse finita, fino ad ora.

DaBaby ha anche scatenato uno sfogo omofobico durante il suo set al Rolling Loud, per il tempi gay. “Se non ti sei presentato oggi con l’HIV, l’AIDS o una qualsiasi di queste malattie mortali a trasmissione sessuale, questo ti farà morire in due o tre settimane, quindi accendi l’accendino del cellulare”, ha detto. “Signore, se il tuo p—– puzza di acqua, accendi l’accendino del cellulare. Ragazzi, se non state succhiando ca**o nel parcheggio, accendete l’accendino del cellulare”. Poco dopo quei commenti, qualcuno gli ha lanciato una scarpa. “Chi cazzo ha lanciato quel fottuto culo sballato, dannazione? [Adidas]?” Egli ha detto.

Precedente

Issa Rae si è sposata: la star “insicura” sposa il fidanzato Louis Diame in Francia — Guarda le foto meravigliose

La fidanzata di Mick Jagger Melanie Hamrick, 34 anni, mostra il suo folle equilibrio durante l’allenamento – Guarda

Successivo

Lascia un commento

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies