Arianna Huffington: Perché proteggere la nostra “resilienza mentale” è la chiave per battere la “cessione”

| |

Prima della sua apparizione al No7 Unstoppable Together Job Summit, la fondatrice di Thrive Global discute l’impatto della recessione correlata a COVID sulla salute mentale delle donne.

È stata soprannominata la “cessione” a causa del modo sproporzionato in cui la recessione economica legata al COVID ha colpito le donne che lavorano. Le cifre parlano da sole. Quattro volte più donne rispetto agli uomini hanno abbandonato la forza lavoro statunitense nel settembre 2020, secondo il Bureau of Labor Statistics.

Nel frattempo, 2,5 milioni di donne hanno “perso il lavoro” o hanno lasciato la forza lavoro dall’inizio della pandemia, secondo un 12 febbraio. Washington Post editoriale scritto dal Vice Presidente Kamala Harris, che definisce l ‘”esodo di massa” una “emergenza nazionale”. Anche quelle donne benedette per avere ancora un lavoro sono costrette a destreggiarsi tra genitorialità e insegnamento con le esigenze di lavorare a distanza. Se il burnout era un problema per le mamme lavoratrici prima che COVID-19 conquistasse la nazione, molti credono che ora abbia raggiunto livelli preoccupanti.

Arianna Huffington
Arianna Huffington è la fondatrice e CEO di Thrive Global. (SplashNews)

Arianna Huffington è tra loro. L’importanza della salute mentale è qualcosa che il fondatore e CEO di Thrive Global affronterà al No7 Unstoppable Together Job Summit il 24 febbraio. “La resilienza mentale”, dice, “deve essere una parte fondamentale della nostra nuova normalità”. In questa domanda e risposta, racconta HollywoodLife perché dormire e fare “micropassi” giocano un ruolo importante in questo:

HL: Ci parli del vertice sul lavoro No7 Unstoppable Together? Perché è fondamentale affrontare la cessione ora?

Arianna: “Le donne hanno sopportato la parte del leone degli oneri economici della pandemia, che possiamo vedere nella perdita di posti di lavoro, donne che lasciano la forza lavoro e nel carico mentale sproporzionato di gestire la vita familiare a casa. Troppe donne sono costrette a scegliere tra avere successo nel loro lavoro o avere successo nei loro ruoli a casa. E questa cessione minaccia di annullare molti dei guadagni che le donne hanno ottenuto negli ultimi anni.

“Dando alle donne gli strumenti di cui hanno bisogno per proteggere la propria resilienza mentale e il proprio benessere, possiamo dar loro la possibilità di affrontare le incertezze che definiranno il nostro futuro. Per tutte le sfide di questo tempo, questa è anche un’opportunità unica nella generazione per creare una nuova normalità per le donne che è una normalità migliore.

“La salute mentale ha un impatto su tutti noi e ci sono passi che le donne possono intraprendere nella loro vita per essere proattive con la loro salute, motivo per cui parlerò al No7 Unstoppable Together Job Summit il 24 febbraio con il CEO di The Female Quotient Shelley Zalis su questo stesso argomento della cessione e sul suo impatto sulla salute mentale. “

Donna in un ufficio
Il No7 Unstoppable Together Job Summit mira ad affrontare la cessione relativa al COVID. (Adobe)

HL: Cosa può fare il governo per aiutare le donne a tornare al lavoro?

Arianna: “Il piano di stimolo attualmente in discussione al Congresso e alla Casa Bianca contiene alcune proposte promettenti che potrebbero aiutare le donne in difficoltà, come l’estensione dell’assicurazione contro la disoccupazione e il congedo retribuito. Il piano include anche denaro per aiutare la riapertura delle scuole e il salvataggio dei fornitori di servizi per l’infanzia. Il piano Marshall per le mamme mostra che la conversazione sta cambiando. Ciò che è incoraggiante è che la conversazione sta cambiando per tenere conto della portata del problema. Ma mentre aspettiamo i cambiamenti urgenti e la definizione di un programma che solo il governo può esercitare, dobbiamo anche fare il possibile a livello individuale e aziendale “.

HL: Sei un grande sostenitore del valore del sonno. Molte persone che hanno perso il lavoro o stanno affrontando problemi economici e sanitari potrebbero avere difficoltà a dormire in questo momento. Qual è il tuo miglior consiglio per calmare la loro mente e aiutarli ad addormentarsi durante le situazioni di stress?

Arianna: “Il sonno è sempre essenziale per ogni aspetto del nostro benessere fisico e mentale. Ma in tempi di crisi, ottenere il sonno di cui abbiamo bisogno è più importante che mai. Il sonno è vitale per la nostra immunità e per aiutarci a gestire lo stress e l’ansia. Il mio consiglio preferito è caricare il telefono fuori dalla camera da letto di notte. I nostri telefoni sono i depositi delle nostre ansie e paure, soprattutto in tempi di crisi. Quindi, disconnetterci dai nostri telefoni di notte ci aiuta a disconnetterci da una giornata stressante e ad ottenere il sonno di cui abbiamo bisogno per essere ricaricati e in grado di affrontare meglio le sfide del giorno successivo “.

HL: Spiega il tuo concetto di micropassi e perché pensi che siano essenziali per migliorare il benessere ed evitare il burnout.

Arianna: “I Microsteps sono il cuore del nostro sistema di cambiamento del comportamento. Sono piccoli passi supportati dalla scienza che possiamo iniziare a incorporare immediatamente nella nostra vita quotidiana. Siamo, come si suol dire, creature abitudinarie. Secondo uno studio della Duke University, circa il 45 percento delle nostre azioni quotidiane è costituito da abitudini. Ma come la maggior parte di noi ha imparato, disimparare le cattive abitudini e apprenderne di nuove non è così facile. Anche le stime più generose mostrano che metà di noi non riesce a mantenere i buoni propositi per il nuovo anno. Questo perché la maggior parte di noi inizia troppo in grande. Decidiamo di lanciarci in uno stile di vita completamente nuovo tutto in una volta. È qui che entrano in gioco i micropassi: sono troppo piccoli per fallire! ”

HL: Puoi fornire esempi di micropassi che hanno funzionato per te?

Arianna: “In Thrive abbiamo centinaia di micropassi, ma qui ci sono tre dei miei preferiti per aiutarci a gestire le sfide del momento attuale:

  • Quando ti svegli, non iniziare la giornata guardando il telefono. Prenditi un minuto per concentrarti sulle tue intenzioni per la giornata o fai dei respiri consapevoli.
  • Pratica la respirazione artificiale nei momenti di stress. Questa tecnica, praticata dai Navy SEALS, è un potente antistress che agisce attivando il nostro sistema nervoso parasimpatico, che può abbassare il nostro stress. Inspirate contando fino a quattro, trattenete l’aria nei polmoni contando fino a quattro, quindi espirate contando fino a quattro.
  • Imposta un orario limite per le notizie alla fine della giornata. Sebbene essere informati possa aiutarci a sentirci più preparati in mezzo a una crisi di salute pubblica, stabilire limiti salutari al nostro consumo di media può aiutarci ad avere una notte di sonno rigenerante e mettere in prospettiva le notizie stressanti “.

HL: L’anno scorso ha avuto un impatto rivoluzionario sul modo in cui le persone lavorano, con più dipendenti che lavorano da remoto. Quali cambiamenti positivi vorresti che continuassero una volta usciti dalla pandemia?

Arianna: “Eravamo già in un’epidemia di stress e burnout prima della pandemia di coronavirus, e ora la conversazione sul benessere e la resilienza mentale è stata portata in primo piano.

“Le aziende vedono sempre più il benessere come essenziale per ogni aspetto della loro attività. Quindi, spero che continueremo a vedere le aziende intraprendere azioni per coltivare la salute e il benessere dei loro dipendenti, sia che lavorino da remoto che in ufficio. La resilienza mentale deve essere una parte fondamentale della nostra nuova normalità “.

Arianna Huffington è la fondatrice e CEO di Thrive Global, una società dedita a porre fine allo stress e al burnout. Sarà un’oratrice ospite all’Unstoppable Together Job Summit No7 il 24 febbraio.

Precedente

Famiglia di Aoki Lee Simmons, carriera, fidanzato, patrimonio netto, misurazioni

Alyssa Okada Bio, Famiglia, Carriera, Fidanzato, Patrimonio netto, Misurazioni

Successivo

Lascia un commento