Angelina Jolie indossa un velo mentre visita i rifugiati in Africa durante la battaglia per la custodia con Brad Pitt

| |

Angelina Jolie ha visitato un campo profughi nell’Africa occidentale per la Giornata mondiale del rifugiato domenica, pronunciando un discorso appassionato con uno splendido velo.

Angelina Jolie è tornata al lavoro dopo il suo viaggio nella Grande Mela. L’attore, 46 anni, ha visitato i rifugiati nel paese dell’Africa occidentale del Burkina Faso il 20 giugno in occasione della Giornata mondiale del rifugiato. In qualità di Inviato Speciale presso l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Angelina si è unita ai rifugiati in un campo nella regione del Sahel, parlando agli sfollati dell’insurrezione islamica.

Angelina Jolie
Angelie Jolie parla ai rifugiati in Burkina Faso per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato il 20 giugno. (Shutterstock)

“Non c’è nessun posto dove preferirei essere oggi che qui, con i rifugiati, le persone che ammiro di più al mondo”, ha detto l’umanitario mentre indossava il velo. Più di un milione di persone sono state sfollate e il Burkina Faso attualmente ospita più di 22.000 rifugiati, per AP. Nel suo discorso, la regista ha affermato che era tempo che i paesi potenti si “svegliassero” e aiutassero.

“Dobbiamo svegliarci sulla pista su cui ci troviamo a livello globale, con così tanti conflitti che infuriano e la possibilità molto concreta che il cambiamento climatico costringerà decine se non centinaia di milioni di persone a dover lasciare le loro case in futuro, senza alcuna possibilità di ritorno”, ha detto. “Il modo in cui la comunità internazionale cerca di affrontare i conflitti e l’insicurezza è rotto”.

“È irregolare, è ineguale, è costruita su privilegi ereditati, è soggetta al capriccio dei leader politici ed è orientata agli interessi dei paesi potenti”, ha continuato, aggiungendo: “La verità è che non siamo facendo la metà di quello che potremmo e dovremmo per consentire ai rifugiati di tornare a casa, o per sostenere i paesi ospitanti, come il Burkina Faso, affrontando per anni una frazione degli aiuti umanitari necessari per fornire supporto e protezione di base”.

Angelina Jolie
Angelie Jolie visita i rifugiati in Burkina Faso per celebrare la Giornata mondiale del rifugiato il 20 giugno. (Shutterstock)

Il viaggio arriva dopo che Angelina ha trascorso un po’ di tempo a New York con i suoi figli la scorsa settimana. L’attore ha ritrovato l’ex marito Jonny Lee Miller e secondo quanto riferito ha anche presentato i suoi due figli, Pax, 17 e Knox, 12 anni, al suo ex fidanzato britannico. Una fonte ha detto all’epoca che Jonny e Knox “sono andati d’accordo come una casa in fiamme” e che Angelina era entusiasta della prospettiva che Jonny diventasse un confidente fidato di Pax, che ha espresso interesse a trasferirsi in città.

“Angie è molto felice perché Pax continua a fare rumore sul fatto di trasferirsi presto a New York, forse anche per la scuola”, ha detto la fonte. “È contenta che abbia qualcuno di cui si fida a cui rivolgersi per un consiglio o semplicemente per vedere una faccia amica.” L’incontro avviene nel mezzo della battaglia per la custodia di Angelina per i due ragazzi – così come i suoi altri quattro figli, Shiloh, 15, Vivienne, 12, Maddox, 19 e Zahara — con l’ex marito Brad Pitt. I due, che hanno divorziato nel 2019 dopo oltre un decennio insieme, condividono l’affidamento congiunto di tutti e sei i figli, ma la lotta legale continua mentre Angelina persegue l’affidamento esclusivo.

Precedente

John Travolta sorride in un raro selfie con i bambini Ella e Benjamin nella prima festa del papà dalla morte di Kelly Preston

Kim Jackson: il primo senatore statale LGBT della Georgia esorta altre donne come lei a candidarsi per una carica

Successivo

Lascia un commento