Home » Gossip e TV » Maddalena Stornaiuolo svela la sua nuova carriera: dal set alla musica, ecco cosa sta succedendo

Maddalena Stornaiuolo svela la sua nuova carriera: dal set alla musica, ecco cosa sta succedendo

La nuova canzone di Maddalena Stornaiuolo: un inno alla libertà e alla speranza

La talentuosa attrice, regista e fondatrice della scuola di recitazione "La Scugnizzeria", Maddalena Stornaiuolo, ha appena lanciato il suo singolo di debutto intitolato "Burattini". La canzone, disponibile su tutte le piattaforme digitali, è stata scritta da Rosario Esposito La Rossa, con musiche e arrangiamenti di Sasà Priore e Pino Ciccarelli.

Impegnata sul set della quarta stagione della serie di successo "Mare Fuori", in cui interpreta il ruolo di Maddalena, un'agente di polizia dell'IPM (Istituto di Pena Minorile), la Stornaiuolo ha deciso di realizzare la colonna sonora della sua scuola di recitazione. Con la sua voce potente e coinvolgente, Maddalena trasmette un messaggio di speranza e libertà.

Un racconto amaro ma pieno di sogni

La canzone "Burattini" si basa sul racconto di una favola amara, ma che ha lo scopo di far sognare e sperare. Il protagonista è un bambino che diventa un burattino, ma non è il classico Pinocchio accudito da Geppetto e protetto dalla fatina. Invece, è Lucignolo, un ragazzo da salvare, a cui bisogna far capire che la libertà è il potere più forte che ci sia.

Maddalena Stornaiuolo spiega che ha deciso di incidere questa canzone per raccontare la sua terra, i suoi scugnizzi e la sua Scugnizzeria. Voleva far passare un messaggio: "nessuno è innocente". Nelle periferie, non bisogna preoccuparsi dei Pinocchio con Geppetto alle calcagna e una fatina pronta a cambiargli la vita. Invece, bisogna occuparsi dei Lucignolo, della parte negativa di una storia di cui nessuno sembra preoccuparsi.

Con "Burattini", Maddalena Stornaiuolo lancia un grido di allarme, sottolineando che è facile finire con i fili ai polsi, fili peggiori delle manette. La canzone racconta la storia di un bambino diventato burattino, in un paese dei balocchi fatto di cemento e calcinacci, di muffa e sogni appesi ai panni stesi.

La Scugnizzeria e i suoi "muccusielli" che sognano le tavole di un palco

Maddalena Stornaiuolo non è sola in questo nuovo viaggio musicale. Ha coinvolto i suoi allievi della Scugnizzeria, che lei stessa definisce "muccusielli" che sognano le tavole di un palco. La canzone "Burattini" è dedicata a loro e a tutte le "creature" che frequentano la scuola. È diventata la colonna sonora della sua scuola, la casa dei Lucignolo, la stalla dei ciucci, il campo di volo di asini volanti.

La canzone "Burattini" di Maddalena Stornaiuolo è un inno alla libertà e alla speranza. Con la sua voce potente e coinvolgente, Maddalena trasmette un messaggio importante che merita di essere ascoltato. Non perdete l'opportunità di ascoltare questo singolo di esordio e di tuffarvi nel mondo magico della Scugnizzeria.

Maddalena Stornaiuolo, attrice, regista e fondatrice della scuola di recitazione "La Scugnizzeria", ha deciso di lanciare il suo primo singolo "Burattini", disponibile su tutte le piattaforme digitali. La canzone, scritta da Rosario Esposito La Rossa, racconta una favola amara ma che ha lo scopo di far sognare e sperare. La Stornaiuolo ha voluto raccontare la sua terra, i suoi scugnizzi e la sua Scugnizzeria attraverso la musica, che per lei è la forma d'arte più popolare. Il messaggio che vuole trasmettere è che "nessuno è innocente" e che nelle periferie bisogna preoccuparsi dei ragazzi come Lucignolo, che rappresentano la parte negativa di una storia di cui nessuno si preoccupa. La canzone è stata arrangiata da Sasà Priore e Pino Ciccarelli e vede la partecipazione degli allievi della Scugnizzeria. Maddalena dedica questo pezzo a tutti i "muccusielli" che sognano le tavole di un palco e a tutte le "creature" che frequentano la sua scuola. Che ne pensate di questa iniziativa?