Home » Gossip e TV » Barbara D'Urso nei guai: "È la sentenza del Tribunale". Dovevamo aspettarcelo dopo l'addio a Pomeriggio 5

Barbara D'Urso nei guai: "È la sentenza del Tribunale". Dovevamo aspettarcelo dopo l'addio a Pomeriggio 5

Attenti a quei due! Barbara D'Urso e la querelle con l'influencer Er Faina: il giudice ha parlato e noi ve lo raccontiamo in salsa gossip!

Amici di gossip, tenetevi forte! La nostra adorata regina dei pomeriggi televisivi, Barbara D'Urso, è di nuovo sotto i riflettori. Ma stavolta non per una nuova puntata di Pomeriggio Cinque o per un'uscita a dir poco spettacolare. No, cari lettori, questa volta è un po' più complicato.

Avete presente Er Faina, l'influencer che non perde mai occasione per esprimere il suo punto di vista in maniera... beh, diciamo spicciola? Ebbene, sembra che la nostra Barbarella non abbia gradito alcune sue affermazioni e abbia deciso di portare il tutto davanti a un giudice. Ma vediamo insieme cosa è successo.

Barbara D'Urso contro Er Faina: la decisione del giudice

Er Faina, al secolo Damiano Coccia, ha un seguito di follower su Instagram che sfiora il milione. Ebbene, pare che in uno dei suoi video abbia definito Barbara "più che cretina, sei imbecille" e "la vergogna della TV italiana". Ouch! Di fronte a queste parole, la conduttrice ha deciso di sporgere denuncia per diffamazione.

Ma ecco che arriva la decisione del giudice: il procedimento contro l'influencer è stato archiviato! Secondo il gip Giulia Arceri, le parole di Er Faina sarebbero "frutto della libera manifestazione del pensiero" e non metterebbero in discussione l'onore della conduttrice televisiva.

Barbara D'Urso ed Er Faina: una querelle che dura nel tempo

Ma non è la prima volta che l'influencer attacca la D'Urso. Tra il 2015 e il 2018, infatti, non ha mai perso occasione per esternare i propri punti di vista sulla conduttrice, con video e post che hanno fatto il giro del web. E anche in quel caso, la prima archiviazione del caso è avvenuta nel 2019, sempre in seguito alla decisione del pm.

Secondo quanto espresso dal giudice, che ha preso in analisi i fatti avvenuti tra il 2015 e il 2018 e la denuncia della D'Urso sopraggiunta solo nel 2019, "la conduttrice ha scelto di non dare peso per un periodo ai commenti di Coccia, perché è da ritenersi che sia stata informata, se non direttamente, quanto meno dal suo entourage".

In conclusione, l'articolo ci presenta un caso di controversia tra la conduttrice televisiva Barbara D'Urso e l'influencer Damiano Coccia, noto come Er Faina. Quest'ultimo ha rivolto parole offensive nei confronti della conduttrice, che ha deciso di sporgere denuncia. Tuttavia, la decisione del giudice è stata di archiviare il caso, considerando le espressioni dell'influencer come "frutto della libera manifestazione del pensiero". Questo episodio solleva interessanti questioni sulla libertà di espressione e sul rispetto della dignità altrui, soprattutto nell'ambito dei social media, dove le parole possono raggiungere un vasto pubblico in poco tempo.

E a voi, cari lettori, cosa ne pensate? Credete che ci sia un limite alla libertà di espressione quando questa può ledere la reputazione di una persona? E quanto peso dovrebbe avere l'opinione di un influencer nella formazione del giudizio pubblico su un personaggio noto? Sarebbe interessante conoscere le vostre riflessioni su queste tematiche.