Home » Gossip e TV » La storia incredibile di un papà che vendeva penne in strada. Una foto ha stravolto tutto!

La storia incredibile di un papà che vendeva penne in strada. Una foto ha stravolto tutto!

Scopri la storia commovente di Abdul Halim al-Attar, un venditore ambulante diventato imprenditore grazie alla potenza dei social media e alla generosità dei netizen. Da venditore di penne a proprietario di tre attività, grazie a scatti rubati che hanno commosso il mondo. Segui come l’aiuto di uno sconosciuto online ha potuto cambiare la vita di un rifugiato e di molte altre persone. Prenota la tua visita su questo sito e rimani aggiornato sulle storie più toccanti e interessanti del momento.

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • Storia di Abdul Halim al-Attar, ex venditore ambulante diventato imprenditore.
  • La fotografia che ha commosso il web, ritraente Abdul e la sua bambina Reem.
  • Gissu Simonarson, attivista e giornalista irlandese, e il suo impegno nel raccontare la storia di Abdul.
  • Aiuta Abdul e Reema a cominciare una nuova vita: la campagna di raccolta fondi su Indiegogo che ha raccolto 170 mila euro.
  • Investimento del denaro ricevuto: l'apertura di tre aziende e l'assunzione di 16 rifugiati siriani.
  • Il desiderio di Abdul di aiutare altri rifugiati come lui, reinvestendo le donazioni ricevute.

In questo spazio digitale, troverete le notizie più significative dell'attualità. Poco tempo addietro, l'esistenza di un semplice commerciante ambulante che cercava di guadagnarsi da vivere vendendo penne ha subito un mutamento radicale. Il cambiamento è scaturito da una serie di fotografie 'clandestine' scattate mentre svolgeva la sua attività di vendita. Questi scatti sono stati poi condivisi su Twitter, provocando un'onda di commozione a livello globale.

La persona che è stata ritratta in queste immagini è Abdul Halim al-Attar, che è stato fotografato con sua figlia Reem, una bambina di solo 4 anni. La potenza emotiva di quest'immagine ha colpito fortemente l'intero universo del web. Un attivista e giornalista irlandese di nome Gissu Simonarson è stato talmente toccato da queste fotografie da voler scoprire l'identità dell'uomo, che era sconosciuta fino a quel momento.

Il raccolto della generosità: trasformazione della vita di Abdul

Ma non è tutto, il giornalista Simonarson ha persino lanciato una campagna per raccogliere fondi su Indiegogo, con l'obiettivo di "Supportare Abdul and Reem a iniziare una nuova vita". Molto colpiti ed emozionati dalla storia di Abdul, gli utenti della piattaforma hanno risposto con grande generosità, permettendo di raccogliere una cifra impressionante di 170 mila euro, che sono stati interamente destinati al rifugiato.

E come ha impiegato Abdul tale somma? È passato da commerciante ambulante a piccolo imprenditore, inaugurando ben tre imprese: una panetteria, un locale di kebab e un ristorantino che impiega 16 rifugiati siriani. Tale iniziativa ha riscosso un tale successo che le donazioni continuano ad arrivare.

Tuttavia, Abdul non ha intenzione di trattenere tutti i benefici per sé. Vuole infatti estendere il suo aiuto a molti altri rifugiati. Secondo quanto riferito da Simonarson ai media di tutto il mondo, "Abdul è impegnato a fare del bene ad altri rifugiati come lui attraverso le donazioni e desidera inoltre che i suoi bambini inizino frequentare la scuola".

Restate con noi: 7 Luglio 2023 e molto altro: 20 Giugno 2023, 21 Giugno 2023, 2 Maggio 2023, 11 Aprile 2023

"C'è una forza motrice più potente della vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà" diceva Albert Einstein e la storia di Abdul ne è la dimostrazione vivente. La sua vita, irrimediabilmente segnata dalla guerra e dalla povertà, ha ricevuto un sostegno impensabile, frutto dell'emotiva condivisione di un'immagine diventata virale sul web. Web che molto spesso viene accusato di diffondere solamente falsità o atti di violenza. In questo caso, invece, ha saputo dare prova del suo potenziale umanitario, dimostrando che quando le persone si uniscono insieme possono realmente cambiare la vita di qualcuno. Abdul, dal venditore ambulante, è diventato un esempio concreto di resilienza e di superamento degli ostacoli, mostrando che il successo non è riservato a pochi fortunati, ma può nascere dall'umiltà, dalla determinazione e soprattutto dal coraggio dell'essere umano.

"H2: La straordinaria trasformazione di Abdul, da venditore ambulante a imprenditore grazie alla solidarietà del web"

Questo articolo mette in luce il potere inaspettato e profondamente trasformativo dei social media e della solidarietà umana. Abdul, attraverso circostanze in apparenza disperate, ha ricevuto un sostegno incredibile che ha cambiato la sua vita e quella di sua figlia per sempre. È un promemoria commovente di come ognuno di noi possa fare una differenza, non importa quanto piccola. E, forse ancora più toccante, è il desiderio di Abdul di estendere questo beneficio a altri rifugiati, condividendo la sua nuova fortuna.

E ora, la domanda curiosa per voi lettori: se aveste a disposizione 170mila euro per fare la differenza nella vita di qualcuno, come li usereste?