Home » Gossip e TV » Attenzione: non lavare i denti 'RIDUCE il tuo cervello e aumenta il rischio di demenza', avvertono gli scienziati

Attenzione: non lavare i denti 'RIDUCE il tuo cervello e aumenta il rischio di demenza', avvertono gli scienziati

Uno studio ha scoperto che lavarsi i denti correttamente potrebbe aiutare a prevenire la demenza. I ricercatori giapponesi hanno collegato la perdita dei denti a un maggior rischio di questa malattia mortale, a causa della contrazione dell'ippocampo, una parte del cervello collegata alla memoria. La maggior parte dei britannici soffre di malattie gengivali, tra cui la gengivite, che può causare infiammazione del cervello e portare alla demenza. Lo studio ha dimostrato che le persone con malattia gengivale o denti mancanti hanno subito una contrazione più rapida del loro cervello rispetto a quelle con gengive sane. Questi risultati sottolineano l'importanza di preservare la salute dei denti e controllare la progressione della malattia gengivale attraverso visite dentali regolari.

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • Avere una buona igiene orale può prevenire la demenza
  • La perdita dei denti è correlata a un maggiore rischio di demenza
  • La scarsa igiene orale causa una contrazione dell'ippocampo
  • Circa 900.000 britannici soffrono di demenza
  • La malattia gengivale è comune e può causare infiammazione del cervello
  • Lo studio ha coinvolto 172 persone che sono state monitorate per 4 anni
  • Le persone con malattia gengivale o denti mancanti hanno subito una contrazione più rapida del cervello
  • Preservare la salute dei denti è importante per prevenire l'atrofia cerebrale

Una corretta igiene orale può prevenire la demenza?

Secondo uno studio condotto da ricercatori giapponesi, lavarsi i denti correttamente potrebbe aiutare a prevenire la demenza. Infatti, sembra che la perdita dei denti possa essere collegata a un maggior rischio di sviluppare questa malattia mortale. I ricercatori hanno evidenziato che le persone con una scarsa igiene orale presentano una contrazione significativa dell'ippocampo, una parte del cervello legata alla memoria.

Il dottor Satoshi Yamaguchi, dell'Università di Tohoku a Sendai, afferma che valutare un possibile collegamento tra la perdita dei denti, le malattie gengivali e la demenza è estremamente importante. Infatti, il loro studio ha scoperto che queste condizioni potrebbero influire sulla contrazione dell'area cerebrale responsabile del pensiero e della memoria. Questi risultati offrono alle persone un altro motivo per prendersi cura dei propri denti.

La demenza colpisce circa 900.000 persone nel Regno Unito e gli esperti prevedono che questo numero aumenterà a 1,6 milioni entro il 2040. L'Alzheimer è la forma più comune di demenza e si ritiene che sia causata dall'accumulo di proteine nel cervello, inclusi tau e amiloide.

La maggior parte dei britannici soffre di qualche forma di malattia gengivale, con la gengivite come tipo più comune. Questa infiammazione dei tessuti intorno ai denti può causare la contrazione delle gengive e il rilassamento dei denti. Studi precedenti hanno dimostrato che questa condizione può provocare infiammazione cerebrale, che a sua volta può portare alla demenza. Inoltre, la malattia gengivale è stata associata ad altre condizioni mediche come l'angina, l'insufficienza cardiaca o gli infarti.

Un recente studio pubblicato su Neurology ha analizzato l'effetto della malattia gengivale sulle dimensioni delle parti del cervello correlate alla demenza. I ricercatori hanno monitorato 172 persone con un'età media di 67 anni che all'inizio dello studio non presentavano problemi di memoria. Tutti i partecipanti hanno subito esami dentali, test di memoria e scansioni cerebrali all'inizio dello studio e di nuovo quattro anni dopo, al fine di valutare il rischio di demenza correlato all'igiene orale.

I risultati hanno mostrato che le persone con malattia gengivale o denti mancanti hanno subito una contrazione più rapida del cervello rispetto a quelle con gengive sane. In particolare, la diminuzione nella dimensione del cervello delle persone con una lieve malattia gengivale e un dente mancante equivaleva a quasi un anno di invecchiamento cerebrale. Nel caso delle persone con gravi malattie gengivali e un dente mancante, l'invecchiamento cerebrale è stato stimato in 1,3 anni.

Il dottor Yamaguchi sottolinea l'importanza di preservare la salute dentale, non solo conservare i denti stessi. I risultati di questo studio sottolineano che conservare i denti con gravi malattie gengivali è associato all'atrofia cerebrale. Pertanto, è fondamentale controllare il progresso della malattia gengivale attraverso regolari visite dentali ed eventualmente procedere all'estrazione e sostituzione dei denti colpiti da malattie gengivali gravi.

"L'igiene orale è fondamentale per la salute generale, ma ora sembra che possa anche aiutare a prevenire la demenza. Un'ottima motivazione per prendersi cura dei propri denti!" Queste sono le parole del dottor Satoshi Yamaguchi, che ha condotto uno studio sul collegamento tra malattie gengivali e demenza. I risultati sono sorprendenti: le persone con una scarsa igiene orale mostrano una contrazione significativa dell'area del cervello associata alla memoria. Questo studio fornirebbe alle persone un motivo in più per prendersi cura dei propri denti e preservare la loro salute. Con oltre 900.000 britannici che soffrono di demenza e un previsto aumento di questo numero nel prossimo futuro, la prevenzione diventa fondamentale. Rimandare una visita dal dentista potrebbe avere conseguenze molto serie per la salute cerebrale. Un motivo in più per non trascurare l'igiene orale e prendersi cura dei propri sorrisi.

Come lavarsi i denti correttamente per prevenire la demenza

Prendersi cura della propria igiene orale potrebbe non solo aiutare a mantenere denti sani, ma anche a prevenire la demenza, secondo uno studio condotto da ricercatori giapponesi. La perdita dei denti e le malattie gengivali sembrano essere correlate alla contrazione dell'ippocampo, una parte del cervello collegata alla memoria. Questa scoperta fornisce una motivazione in più per prestare attenzione alla salute dei nostri denti. Considerando che la demenza rappresenta una sfida crescente per la società, sarà interessante vedere quali ulteriori ricerche verranno condotte per approfondire questo collegamento e individuare eventuali soluzioni preventive. Nel frattempo, ricordiamoci di prendere cura dei nostri denti e sorridiamo alla vita! E tu, hai mai pensato all'importanza della tua igiene orale per la tua salute cerebrale?