Home » Gossip e TV » "Oh mio Dio! Guarda cosa ha fatto un dipendente di McDonald's dopo l'entrata in vigore della politica sulle buste"

"Oh mio Dio! Guarda cosa ha fatto un dipendente di McDonald's dopo l'entrata in vigore della politica sulle buste"

Un video virale mostra un cliente di McDonald's che utilizza un vassoio da tavolo per trasportare il proprio ordine dall'autoservizio alla propria auto dopo il divieto dei sacchetti in una città canadese. Il video ha suscitato una discussione sulle alternative e sulle sfide che i consumatori affrontano a causa di simili divieti. Scopri di più su questa soluzione creativa e sulle reazioni dei consumatori.

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • Divieto dei sacchetti di plastica monouso a Edmonton, Canada
  • Un cliente utilizza un vassoio da tavolo per trasportare il proprio ordine da McDonald's
  • Alcuni commentatori si chiedono come influirà sul servizio di consegna di cibo
  • Altri utenti hanno acquistato i propri contenitori per evitare di pagare per i sacchetti

Una soluzione creativa per il divieto dei sacchetti: un vassoio da tavolo

In risposta al divieto regionale dei sacchetti, un cliente ha trovato una soluzione innovativa per trasportare il suo ordine dall'autoservizio alla sua auto senza dover utilizzare i soliti sacchetti di plastica. Nel video pubblicato su Instagram dall'utente @valbrule, si può vedere un dipendente consegnare l'ordine su un vassoio da tavolo portato alla finestra dell'autoservizio. "Questo è ciò che la città sta facendo a noi ora", dice il dipendente ridendo, riferendosi alla nuova normativa sui sacchetti. Nella didascalia del video, l'autrice spiega che ha cercato di evitare di filmare l'impiegato e che aveva solo tre cose da prendere, quindi ha preferito non utilizzare i sacchetti.

Il divieto dei sacchetti è stato implementato il 1° luglio nella città di Edmonton, in Alberta, Canada, con l'obiettivo di ridurre l'uso di sacchetti di plastica monouso e promuovere l'utilizzo di alternative più sostenibili. Come conseguenza di questa normativa, almeno una filiale di McDonald's ha deciso di addebitare 15 centesimi per ogni sacchetto richiesto dai clienti, come riportato in precedenza dal Daily Dot.

Il video di @valbrule ha suscitato alcune domande riguardo alle eventuali complicazioni per la consegna di cibo a domicilio. Un commentatore ha chiesto cosa succederebbe se si utilizzasse un servizio di consegna e se tutti gli alimenti verrebbero messi nello stesso sacchetto toccato dalle mani del fattorino. Un altro commentatore ha suggerito che il costo del sacchetto probabilmente è incluso nel prezzo della consegna.

Alcuni spettatori hanno condiviso le loro esperienze personali con il divieto dei sacchetti, affermando di aver acquistato i propri contenitori da utilizzare per gli articoli acquistati, non solo da McDonald's. "Non posso credere di aver preso una mini gabbia per la mia auto da Dollarama", ha scritto un commentatore. Un altro commentatore si è chiesto perché dovrebbe pagare 15 centesimi per un sacchetto che verrà utilizzato solo per pochi secondi. Ha ammesso di aver comprato un sacco di portasaponette da Dollarama per poter mettere il cibo al suo interno, ma probabilmente eviterà l'autoservizio in futuro.

È importante notare che tutte queste testimonianze sono tratte da commenti online e potrebbero non essere verificate. Sebbene il divieto dei sacchetti abbia sicuramente un impatto sulla vita quotidiana dei cittadini di Edmonton, è sempre consigliabile verificare le fonti per evitare la diffusione di rumors o informazioni non completamente accurate.

"Un problema senza soluzione è come un sacchetto senza manici: impossibile da afferrare", avrebbe detto il filosofo Arthur Schopenhauer. E sembra che a Edmonton, in Alberta, si stia affrontando questo problema, proibendo l'uso dei sacchetti di plastica monouso. Ma questa politica senza sacchetti ha portato a soluzioni creative da parte dei cittadini, come testimonia un video che sta circolando sui social media. Un cliente di un McDonald's ha filmato sé stesso mentre riceveva il suo ordine su un vassoio da tavolo, poiché non poteva ricevere il cibo in un sacchetto a causa del divieto regionale. Questo episodio solleva interessanti questioni: quale sarà l'impatto di questa politica sulla consegna di cibo a domicilio? E i clienti saranno disposti a pagare un extra per l'utilizzo di un sacchetto di carta? Queste sono domande che meritano una risposta, mentre ci interroghiamo sulla sostenibilità delle nostre scelte quotidiane.

McDonald's dell'Alberta usa vassoio da tavolo al posto dei sacchetti: il motivo dietro questa scelta

In un'epoca in cui la sostenibilità sta diventando sempre più importante, è comprensibile che le città impongano regole per limitare l'uso dei sacchetti di plastica monouso. Tuttavia, questa politica può talvolta portare a situazioni divertenti e a soluzioni creative come quella mostrata nel video. È incoraggiante vedere che i dipendenti dell'autoservizio siano disposti ad adattarsi a queste nuove misure e a trovare modi alternativi per consegnare gli ordini ai clienti.

Tuttavia, è legittimo chiedersi come questa politica influirà sulla consegna di cibo, in particolare per i servizi di consegna a domicilio. Potrebbe essere necessario trovare soluzioni diverse per garantire che gli alimenti vengano consegnati in modo sicuro e igienico. Allo stesso tempo, come commentato da alcuni spettatori, potrebbe essere conveniente avere i propri contenitori da utilizzare per gli articoli acquistati. Questo potrebbe anche risparmiare denaro nel lungo periodo, evitando di dover acquistare sacchetti di plastica usa e getta ogni volta.

Qual è il tuo parere su questo divieto dei sacchetti di plastica in ristoranti e autoservizi? Hai mai trovato una soluzione creativa per portare a casa i tuoi ordini senza sacchetti?