Home » Gossip e TV » Scopri perché alcuni dei tuoi cibi trasformati preferiti sono in realtà BUONI per la tua salute

Scopri perché alcuni dei tuoi cibi trasformati preferiti sono in realtà BUONI per la tua salute

Negli ultimi tempi si è parlato molto dei cibi ultra processati e del loro potenziale impatto sulla salute. Ma cosa sono esattamente i cibi ultra processati e quali sono le loro differenze rispetto ai cibi trasformati? Un'esperta in nutrizione spiega che mentre i cibi ultra processati, come dolci e pasti pronti, dovrebbero essere limitati, ci sono alcuni cibi trasformati che sono altamente nutritivi e dovrebbero essere inclusi in una dieta equilibrata. La nutrizionista offre anche suggerimenti su come scegliere cibi trasformati più sani, come i fagioli conservati in acqua e frutta e verdura in scatola con basso contenuto di zucchero e sale aggiunti. Inoltre, sottolinea che il latte e le sue alternative, come le bevande a base di noci e riso, possono essere fonti importanti di nutrienti. Infine, spiega che cibi come cereali integrali e tofu possono essere trasformati, ma sono anche ricchi di nutrienti essenziali. In conclusione, non tutti i cibi trasformati sono da evitare, ma è importante fare scelte consapevoli per mantenere una dieta equilibrata e nutriente.

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • Cibi ultra processati
  • Cibi trasformati
  • Differenze tra i due
  • Come distinguere tra i due
  • Alimenti non trasformati e minimamente trasformati
  • Ingredienti culinari trasformati
  • Alimenti trasformati
  • Alimenti ultra processati
  • Cibi ricchi di nutrienti che sono considerati trasformati
  • Fagioli
  • Frutta e verdura in scatola
  • Latte e alternative al latte
  • Cereali integrali
  • Tofu

I pericoli dei cibi ultra processati: la differenza tra i cibi trasformati e i cibi ultra processati

Il problema dei cibi ultra processati

Ultimamente si è molto sentito parlare del termine "cibi ultra processati" e di quanto possano essere dannosi per la nostra salute. Ma quali sono realmente i cibi ultra processati e qual è la loro differenza rispetto ai cibi trasformati? Una nutrizionista ha spiegato che molti dei suoi clienti le pongono spesso la domanda: "Dovrei eliminare i cibi trasformati?". Secondo l'autrice di un libro di successo, sebbene i cibi ultra processati come i dolciumi, i prodotti da forno e i pasti pronti - che solitamente presentano un basso contenuto di fibre e contengono sale, zucchero e grassi aggiunti - debbano essere limitati in una dieta equilibrata, ci sono alcuni cibi trasformati che sono in realtà molto nutrienti. Ma come possiamo distinguere tra i due?

La classificazione dei cibi secondo il sistema NOVA

Gli scienziati alimentari utilizzano il sistema NOVA per classificare i cibi in quattro categorie: alimenti non trasformati e minimamente trasformati, ingredienti culinari trasformati, alimenti trasformati e alimenti ultra processati. Gli alimenti trasformati sono prodotti che hanno subito una trasformazione per prolungarne la durata di conservazione e migliorarne il gusto e la consistenza, ad esempio l'aggiunta di sale, olio o zucchero. Questi includono verdure e legumi in salamoia, noci salate o zuccherate, carne e pesce salati, essiccati, stagionati o affumicati, pesce in scatola, frutta in sciroppo e pane e formaggi freschi fatti in modo tradizionale. I cibi ultra processati, invece, sono prodotti che hanno subito una trasformazione industriale che altera le proprietà sensoriali del cibo e contengono una lunga lista di ingredienti, come sale, zucchero, grassi e aromatizzanti. Questi cibi possono anche contenere additivi per prolungarne la durata di conservazione, proteggere le proprietà originali del cibo o impedire la crescita di batteri nocivi. Alcuni esempi di cibi ultra processati sono le bevande gassate, gli snack confezionati, il cioccolato, i gelati, il pane e i panini confezionati e le barrette energetiche.

I cibi trasformati possono essere nutrienti

Non tutti i cibi trasformati sono automaticamente meno salutari delle loro varianti fresche o meno trasformate. Molti dei cibi che acquistiamo al supermercato hanno subito una trasformazione per prolungarne la durata di conservazione o arricchirli di vitamine o nutrienti. Ad esempio, i fagioli in scatola possono contenere vitamine del gruppo B, ferro, proteine vegetali e fibre. Inoltre, frutta e verdura in scatola, se conservati in acqua anziché in sciroppo o salamoia, mantengono la quantità di fibre. Le verdure surgelate possono avere un valore nutritivo leggermente più alto rispetto a quelle fresche, in quanto vengono congelate immediatamente dopo la raccolta. Anche il latte, che viene spesso sottoposto a trattamenti termici per motivi di conservazione, è un alimento ricco di nutrienti come il calcio, la vitamina D, la vitamina B12, l'iodio, le proteine e i carboidrati. Le alternative al latte, come le bevande a base di noci, piselli, riso, avena e cocco, possono essere arricchite di vitamine come il calcio, l'iodio, la vitamina D e la vitamina B12. Anche i cereali integrali, sebbene non siano trasformati, possono essere aggiunti a prodotti trasformati come il pane e possono essere una fonte preziosa di fibre, vitamine del gruppo B, acidi grassi omega-3, antiossidanti e proteine vegetali. Infine, il tofu, che è un alimento ricco di nutrienti, viene di solito arricchito di calcio.

In conclusione, sebbene i cibi ultra processati debbano essere limitati in una dieta equilibrata, i cibi trasformati non devono essere automaticamente esclusi, in quanto possono fornire importanti nutrienti. È importante leggere le etichette degli alimenti e fare scelte consapevoli per una dieta varia e sana.

"Il cibo è la parte quotidiana della mia vita che mi affascina di più", ha detto il celebre chef italiano Massimo Bottura. Negli ultimi tempi, il dibattito sul consumo di cibi trasformati e ultra processati ha preso piede, generando preoccupazione e confusione tra le persone. La distinzione tra i due è fondamentale per comprendere gli effetti che possono avere sulla nostra salute. Mentre i cibi trasformati spesso subiscono un trattamento per preservarne la freschezza e migliorarne il gusto, i cibi ultra processati sono sottoposti a un processo industriale che altera la loro composizione e li riempie di additivi indesiderati. È importante fare attenzione a ciò che mangiamo e cercare di limitare il consumo di cibi ultra processati, che possono essere dannosi per la salute a causa del loro alto contenuto di sale, zucchero e grassi. D'altra parte, i cibi trasformati possono essere parte di una dieta equilibrata se scelti con cura e consumati con moderazione. Osservare attentamente l'etichetta nutrizionale e optare per cibi trasformati di alta qualità può consentirci di godere di sapori deliziosi senza mettere a rischio la nostra salute. Ricordiamoci che il cibo è un'esperienza che va vissuta con consapevolezza e apprezzamento per ciò che ci offre.

I cibi trasformati vs cibi ultra processati: qual è la differenza e come influiscono sulla salute

In conclusione, è importante distinguere tra i cibi trasformati e i cibi ultra processati. Sebbene i cibi ultra processati siano generalmente poco salutari, i cibi trasformati possono essere altamente nutrienti e parte di una dieta equilibrata. La chiave è fare scelte consapevoli e leggere l'etichetta degli alimenti per capire cosa contengono. Oltre ai cibi freschi, ci sono diverse opzioni trasformate che possono fornire importanti nutrienti, come i fagioli, la frutta in scatola senza zucchero aggiunto e le verdure surgelate. Anche il latte e le alternative vegetali al latte possono essere un'importante fonte di nutrienti. Quindi, la prossima volta che pensi di eliminare tutti i cibi trasformati dalla tua dieta, ricorda che ci sono diverse opzioni che possono essere benefiche per la tua salute. Infine, ti chiedo: quali sono i tuoi cibi trasformati preferiti che consideri ancora salutari?