Home » Gossip e TV » Questi tre generi di giochi hanno un grande problema - ecco perché devono cambiare n

Questi tre generi di giochi hanno un grande problema - ecco perché devono cambiare n

I videogiochi sono un'industria in crescita che genera più soldi dei film e della musica. Tuttavia, il linguaggio usato per descrivere i generi dei giochi può essere confuso e poco chiaro. Tre generi in particolare, come "metroidvania", "roguelike" e "soulslike", richiedono una conoscenza specifica dei giochi da cui prendono il nome per essere compresi appieno. Questi termini potrebbero beneficiare di una nuova definizione più descrittiva, come è successo con i "clone di Doom" diventati i "first-person shooter".

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • I videogiochi come forma di intrattenimento più grande, con maggiori guadagni rispetto ai film e alla musica.
  • I generi di giochi come azione e avventura, strategia a turni e metroidvania.
  • Il genere metroidvania ispirato ai giochi Metroid e Castlevania, con progressione bloccata.
  • Il genere roguelike con morte permanente e progresso/potenziamenti conservati.
  • Il genere soulslike ispirato a giochi come Dark Souls con combattimento duro e gestione delle risorse.

Generi di videogiochi che richiedono conoscenze pregresse

L'industria dei videogiochi è in continua crescita e genera più soldi rispetto a film e musica messi insieme. I videogiochi come Metroid e Castlevania sono diventati veri e propri successi, guadagnando miliardi di euro ogni anno. Nonostante ciò, il linguaggio utilizzato per parlare di videogiochi spesso risulta confuso e poco chiaro. I nomi dei generi, in particolar modo, possono essere fuorvianti e richiedere una conoscenza pregressa per essere compresi appieno.

Uno dei primi generi che necessita di una spiegazione è il "metroidvania", un termine che può sembrare sconosciuto a qualcuno che non abbia mai giocato a Metroid o Castlevania. Esso si riferisce a giochi che bloccano la progressione dei giocatori fino a quando non trovano oggetti o abilità specifici. Questo genere è stato ispirato da due giochi, Super Metroid per il SNES e Castlevania: Symphony of the Night per il PS1 e il Sega Saturn. Super Metroid, uscito prima, è stato uno dei primi esempi di progressione bloccata, in cui il giocatore ha bisogno di potenziamenti per avanzare nel mondo di gioco. Castlevania: Symphony of the Night ha poi preso quest'idea e l'ha ampliata, aggiungendo elementi tipici dei giochi di ruolo. Negli ultimi anni molti giochi hanno ripreso questa struttura di progressione, rendendo il "metroidvania" un genere molto diffuso e popolare.

Un altro genere dai nomi fuorvianti è il "roguelike". Questo genere si è fatto strada nella comunità gamer negli ultimi anni ed è caratterizzato da giochi in cui ci si aspetta che il giocatore muoia molte volte mentre attraversa livelli generati casualmente. Nonostante il nome possa suggerire il contrario, il genere non ha molto a che fare con il gioco originale del 1980 chiamato Rogue, che non permetteva ai giocatori di mantenere nessun progresso dopo la morte. I roguelike odierni, invece, consentono ai giocatori di conservare un po' di progresso o potenziamenti con ogni morte, contribuendo così a rendere il gioco meno frustrante.

Infine, abbiamo il genere "soulslike", ispirato dai giochi come Dark Souls, Demon's Souls e Bloodborne. Questi giochi si distinguono per il loro combattimento impegnativo e meticoloso, che richiede riflessi rapidi e tattiche ben studiate. Tuttavia, la vera definizione di un "soulslike" rimane piuttosto vaga, con alcune persone che considerano le dure battaglie contro i boss come l'aspetto principale, mentre altri mettono l'accento sulla resistenza e la gestione delle risorse. È un genere ancora giovane e potrebbero esserci alternative in futuro.

Tutti questi generi hanno in comune il fatto che i loro nomi richiedono una conoscenza pregressa dei giochi da cui prendono il nome. Se una persona non ha mai giocato a Metroid o Castlevania, il termine "metroidvania" avrà poco o nessun significato per lei. È simile per "roguelike" e "soulslike". È interessante notare che in passato i nomi di alcuni generi di giochi sono cambiati. Ad esempio, dopo l'uscita di Doom nel 1993, i giochi simili sono stati inizialmente chiamati "clone di Doom", ma poi il termine è stato abbandonato a favore di "first-person shooter", un nome molto più descrittivo. È possibile che anche i nomi dei generi di giochi confusi possano cambiare in futuro. Tuttavia, al momento attuale, è probabile che "metroidvania" e "roguelike" rimangano invariati, poiché anche aziende come Capcom utilizzano questi termini. Invece, "soulslike" potrebbe essere più suscettibile a un cambiamento. Tuttavia, è importante prendere in considerazione l'origine dei rumors e verificare sempre le fonti, poiché ciò che potrebbe sembrare un cambio di denominazione potrebbe invece rivelarsi un mero rumor. Fonte: Broadband Search.

"Poco importa il nome dei generi, ciò che conta è la grande varietà di esperienze offerte dai videogiochi", potremmo dire parafrasando la celebre frase di Shakespeare: "Che nome c'è in un titolo? Tutto ciò che chiamiamo rosa con un altro nome avrebbe lo stesso delizioso profumo". E così, anche se i nomi dei generi di videogiochi come "metroidvania", "roguelike" e "soulslike" possono sembrare confusi e poco intuitivi, ciò che veramente importa è l'esperienza di gioco che racchiudono. Questi generi, sempre più popolari, offrono storie appassionanti, sfide uniche e un coinvolgimento senza precedenti. Quindi, forse invece di concentrarci sui nomi, dovremmo lasciarci trasportare dalle emozioni che solo i videogiochi possono regalarci.

La confusione nei generi dei videogiochi: metroidvania, roguelike e soulslike

I videogiochi sono diventati un'industria di intrattenimento gigantesca, che supera sia il cinema che la musica in termini di guadagni. Tuttavia, la terminologia utilizzata per descrivere i videogiochi spesso può essere confusa e poco intuitiva. In particolare, ci sono tre generi di giochi che richiedono una conoscenza approfondita per essere compresi: "metroidvania", "roguelike" e "soulslike". Questi nomi richiedono conoscenze specifiche dei giochi da cui sono stati ispirati, rendendo difficile la comprensione di cosa significhino per chi non ha giocato a quei giochi.

È interessante notare che in passato sono stati cambiate le terminologie dei generi di giochi per renderle più descrittive. Ad esempio, il termine "clone di Doom" è stato utilizzato per un breve periodo per descrivere altri giochi con meccaniche similari a Doom, ma è stato poi sostituito dal più descrittivo "first-person shooter".

È possibile che, nel corso del tempo, nuove terminologie possano emergere per sostituire i confusi termini attuali. Forse un giorno potremo trovare nomi più intuitivi per i generi di giochi come "metroidvania", "roguelike" e "soulslike". Nel frattempo, cosa ne pensate di questa confusione di termini e di come potrebbe essere risolta?