Home » Gossip e TV » Turista scolpisce il suo nome nel Colosseo di Roma: implora il perdono della polizia mentre una figura di spicco minaccia 5 anni di carcere

Turista scolpisce il suo nome nel Colosseo di Roma: implora il perdono della polizia mentre una figura di spicco minaccia 5 anni di carcere

Un istruttore di fitness britannico è stato condannato a cinque anni di prigione in Italia per aver deturpato il Colosseo storico di Roma. Ivan Dimitrov, alias Ivan Hawkins, è stato ripreso mentre incidere il suo nome e quello della sua fidanzata sul monumento di 2.000 anni fa. L'azione vandalica è stata condivisa online da un turista indignato. Dimitrov si è scusato per il suo comportamento, ma la polizia italiana ha dichiarato di essere determinata a perseguire le accuse. Il ministro della Cultura italiano ha definito l'atto un "atto incivile e assurdo" e ha chiesto che la giustizia faccia il suo corso. Il Colosseo è già stato vittima di atti vandalici in passato ed è un simbolo importante della storia e dell'archeologia.

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • Un istruttore di fitness britannico incide il suo nome sul Colosseo insieme a quello della sua fidanzata
  • È stato ripreso da una telecamera di sicurezza e il video è stato condiviso online
  • Gli ufficiali intendono perseguire le accuse contro di lui e la sua fidanzata
  • La coppia è già fuggita dal paese ma è stata rintracciata dalla polizia italiana
  • L'uomo si è scusato e ha espresso pentimento per quello che ha fatto

Un riscrittore di fitness britannico si è scusato mentre affronta una possibile condanna a cinque anni di prigione in Italia per aver danneggiato il celebre Colosseo. Ivan Dimitrov, noto anche come Ivan Hawkins, è stato visto da milioni di persone in tutto il mondo mentre incideva il suo nome sul monumento di 2000 anni fa, insieme a quello della sua compagna, Hayley Bracey. Ora ha chiesto perdono per aver deturpato la storica struttura, in un'azione che è stata ripresa da una telecamera e condivisa online da un turista indignato. Ma le autorità sembrano determinate a perseguire le accuse contro il istruttore di fitness di 27 anni e la sua fidanzata di 33 anni dopo averli identificati attraverso le immagini del circuito chiuso e i registri dell'hotel. La coppia, che risiede nel Regno Unito, stava visitando la capitale italiana come parte di un tour di tre settimane, ma è scappata prima di essere rintracciata dalla polizia italiana. Il maggiore Roberto Martina dei carabinieri ha dichiarato: "I colleghi hanno parlato con l'uomo e lui ha espresso le sue scuse e il suo profondo pentimento per quello che ha fatto. Ci ha detto che era molto dispiaciuto per quello che aveva fatto e ha continuato a scusarsi. Credo che fosse preoccupato per le conseguenze di un eventuale processo e gli abbiamo spiegato che potrebbe essere condannato a una pena da due a cinque anni e multato fino a 15.000 euro". Il signor Dimitrov, originario della Bulgaria, gestisce la propria attività di fitness e lavora anche come autista a tempo parziale. Ha inciso le parole "Ivan e Hayley 23" sul sito utilizzando un mazzo di chiavi. Il video della sua azione è stato pubblicato online dal turista Ryan Lutz, che dice al signor Dimitrov nel video: "Seriamente, ragazzo? Questa è una stupidaggine, ragazzo - sei stupido". Il ministro della cultura italiano, Gennaro Sangiuliano, ha definito il vandalismo un "atto incivile e assurdo" che ha offeso "tutti coloro in tutto il mondo che apprezzano il valore dell'archeologia, dei monumenti e della storia". Ha aggiunto: "Spero ora che la giustizia faccia il suo corso, applicando rigorosamente le leggi". Il Colosseo è già stato al centro dell'attenzione quando . Tuttavia, è . Il Colosseo appare in , commissionato da e si trova nel .

Un istruttore di fitness britannico chiede scudo dopo essere stato punito per aver vandalizzato il Colosseo

"Siamo custodi di un patrimonio di importanza universale, che appartiene a tutta l'umanità." Queste sono le parole pronunciate dal ministro della cultura italiano, Gennaro Sangiuliano, dopo l'atto incivile e assurdo commesso da Ivan Dimitrov sul Colosseo storico. Questo vandalismo ha offeso non solo l'Italia, ma tutti coloro che apprezzano il valore dell'archeologia, dei monumenti e della storia. La scusa e il pentimento di Dimitrov sono benvenuti, ma non cancellano l'atto commesso. È necessario che la giustizia segua il suo corso e che le leggi siano applicate in modo rigoroso. Ogni atto di vandalismo su un patrimonio così prezioso deve essere punito e condannato senza alcuna tolleranza. Il Colosseo è un simbolo di storia e cultura che appartiene a tutti noi e dobbiamo fare tutto il possibile per proteggerlo e conservarlo per le future generazioni.

Istruttore di fitness britannico chiede perdono per aver deturpato il Colosseo storico in Italia

In un'azione ripugnante e irresponsabile, l'istruttore di fitness britannico Ivan Dimitrov ha danneggiato il glorioso Colosseo di Roma, incidendovi il suo e il nome della sua fidanzata. È un atto che non solo ha offeso il patrimonio culturale mondiale, ma ha anche offeso chiunque abbia apprezzato il valore storico e artistico di questo monumento millenario. La sua richiesta di perdono è sicuramente un passo nella giusta direzione, ma restano le conseguenze delle sue azioni.

È incoraggiante vedere che le autorità italiane stanno perseguendo la questione legalmente, dimostrando così la loro determinazione a tutelare e preservare il patrimonio culturale del paese. Il nostro mondo ha bisogno di una maggiore consapevolezza e rispetto per i luoghi storici, in modo che anche le generazioni future possano condividerne l'eccezionale bellezza e importanza.

Ora, dopo aver letto questa notizia, non possiamo fare a meno di chiederci: cosa possiamo fare individualmente per preservare i tesori storici del nostro paese? Che piccole azioni quotidiane possiamo intraprendere per proteggere il patrimonio culturale che ci circonda?