Home » Gossip e TV » Regole assurde nella nostra dolce cittadina di mare... prohibito discutere, sbattere porte o mettere i bidoni fuori!

Regole assurde nella nostra dolce cittadina di mare... prohibito discutere, sbattere porte o mettere i bidoni fuori!

I residenti di una città di mare in Cornovaglia devono seguire regole rigorose che vietano litigi, porte sbattute e persino la visualizzazione dei bidoni. L', un'area residenziale commissionata dal Principe di Galles, ha 85 restrizioni stabilite in un regolamento di 35 pagine. Le regole riguardano l'aspetto esterno delle case, compresi i materiali di costruzione e gli accessori consentiti. Mentre alcuni residenti trovano queste restrizioni accettabili e parte del buon senso, altri sono frustrati e si lamentano delle regole oppressive imposte dal Duchy Estate. Scopri di più su queste restrizioni sorprendenti nella città di mare.

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • I residenti hanno molte restrizioni, come vietato litigare, sbattere le porte e mettere fuori i bidoni.
  • Il regolamento ha 85 restrizioni stabilite in un regolamento di 35 pagine.
  • I proprietari di case hanno restrizioni su parabole satellitari, tende in plastica, tubi di scarico esterni, pannelli solari, lucernari a bolle d'aria, portici e roulotte.
  • Gli abitanti non possono esporre bandiere e devono tenere i bidoni fuori dalla vista.
  • Sono vietati anche colpi di porte, litigate rumorose, prostituzione e ubriachezza.

Le restrizioni trabocchetti e i divieti di una città costiera: litigate proibite, porte che non sbattono e bidoni nascosti.

Le regole imprecisabili di Nansledan

Nansledan, un'ampia area di 540 acri di Newquay, nella regione della Cornovaglia, presenta ben 85 restrizioni definite in un dettagliato regolamento di 35 pagine.

Realizzata per volere del Principe di Galles, all'epoca Duca di Cornovaglia, la zona residenziale impone ai proprietari di case una serie di divieti che comprendono l'installazione di parabole satellitari, tende in plastica, tubi di scarico esterni, pannelli solari, lucernari a bolle d'aria, portici e caravan.

Inoltre, agli abitanti è vietato esporre bandiere e devono nascondere i bidoni dei rifiuti alla vista, a meno che non si tratti del giorno di raccolta. Inutili dire che, anche i colpi di porte, le litigate rumorose, la prostituzione e l'ubriachezza sono fenomeni in totale contrasto con le regole di Nansledan.

Ross Cervi, un cittadino che vive nella periferia da cinque anni assieme al suo compagno e al loro bambino di 18 mesi, ha commentato: "Abbiamo dovuto sottoscrivere un accordo con Duchy Estate. Per esempio, se vogliamo cambiare il colore della nostra casa, possiamo scegliere solo tra una gamma limitata di colori. Inoltre, per poter ampliare la casa, dobbiamo presentare dei progetti che devono ottenere il pieno consenso da parte di Duchy. Tuttavia, non troviamo tutto ciò oppressivo, è solo una questione di buon senso".

Nonostante queste testimonianze, alcuni residenti manifestano il loro dissenso pubblicando messaggi di frustrazione all'interno di gruppi privati. Uno di loro ha scritto: "Sono davvero stufo di questa comunità. Qualcuno ha nuovamente rubato tutti gli ornamenti fuori dalla mia abitazione. È la seconda volta che accade. Non posso più tenere niente di bello. Spero proprio di beccarti, più di così non posso dire".

Secondo quanto riportato dal giornale, è importante specificare che le regole sono state stabilite da Duchy Estate e non dal Principe stesso.

La realizzazione di Nansledan, avvenuta nel 2020 con una metodologia tradizionale a cornice, è stata voluta proteggere il carattere architettonico della zona. Pertanto, l'utilizzo di pietre e tegole è limitato solo a materiale proveniente da cave situate nella regione del West Country, mentre l'uso di mattoni rossi è del tutto vietato.

"Nella vita non si può sempre avere quello che si vuole, ma spesso ciò che si ottiene è molto di più di ciò che si immaginava." Questo potrebbe essere il pensiero dei residenti di Nansledan, la città di mare con una lista incredibile di regole. È vero, vivere in questo luogo comporta restrizioni e limitazioni, ma si tratta anche di un tentativo di preservare l'identità e il carattere di questa comunità. Certo, può sembrare oppressivo, ma dobbiamo chiederci se questo rigore non sia un prezzo da pagare per il privilegio di vivere in uno spazio condiviso. Dopotutto, l'ordine e la coesione sono componenti essenziali per una vita armoniosa.

Regole restrittive a Nansledan: vietato litigare e sbattere le porte.

Le restrizioni imposte ai residenti dell'Nansledan, pur potendo sembrare rigide, sono state stabilite per preservare il carattere architettonico e la bellezza di questa città di mare. È importante ricordare che il regolamento è stato creato dal Duchy Estate e non dal Principe di Galles. Molti residenti hanno accettato queste regole come parte di un patto con il Duchy Estate e le vedono come una forma di buon senso per mantenere il quartiere attraente.

Tuttavia, è comprensibile che alcuni residenti possano sentirsi limitati dalle restrizioni, soprattutto se hanno subito furti o altri problemi che non sono stati risolti. È importante offrire un ambiente sicuro e piacevole per vivere a tutti i residenti.

Quindi, la domanda che ti faccio è: quali regole troveresti accettabili se vivessi in una città simile? Credi che le restrizioni siano necessarie per preservare il carattere di un quartiere o pensi che possano essere eccessive?