Home » Gossip e TV » L'ex dipendente di Forever 21 svela il "peggior" posto in cui lavorare: "La gente ruba magliette a $1.49"

L'ex dipendente di Forever 21 svela il "peggior" posto in cui lavorare: "La gente ruba magliette a $1.49"

Una TikToker e dipendente nel settore della vendita al dettaglio ha condiviso la sua esperienza lavorativa presso Forever 21, definendolo il posto peggiore in cui abbia mai lavorato. Ha parlato di clienti aggressivi che rubavano regolarmente dal negozio, sovraccarico di lavoro, pratiche illegali da parte della dirigenza e stipendi bassi. Alcune persone hanno confermato le sue dichiarazioni e hanno condiviso le loro esperienze simili all'interno del negozio di abbigliamento. Scopri di più su questa storia sconvolgente.

Di cosa parliamo in questo articolo...

  • Molti motivi per cui Forever 21 è stato il lavoro peggiore
  • Clienti aggressivi che rubavano regolarmente
  • Dover fare lavori illegali
  • Essere sovraccaricati di lavoro e sottopagati
  • Incontri frustranti con colleghi e clienti

Un'esperienza lavorativa da dimenticare

Un dipendente TikToker nel settore della vendita al dettaglio ha postato un video in cui ha raccontato tutti i motivi per cui il suo posto di lavoro è stato il peggiore di sempre. L'utente Kenya Broadnax (@kbmakeupme24) ha documentato le sue esperienze presso un rivenditore di moda veloce, Forever 21. Secondo lei, non esiste un posto peggiore in cui lavorare di questa azienda.

Nel video, Kenya ha condiviso che è stata assunta lo stesso giorno del colloquio e che non ha neanche consegnato un curriculum. Ha parlato di problemi come clienti aggressivi che rubavano regolarmente dal negozio. Ha dichiarato che i dipendenti venivano costantemente stressati e che il negozio faceva fare loro "cose illegali". Ha anche menzionato il fatto di essere sempre sovraccaricata di lavoro, senza avere un giorno libero.

Nel video Kenya ha anche sottolineato che veniva sottopagata mentre lavorava per Forever 21. Ha condiviso che la sua migliore busta paga è stata di soli 600 euro, ottenuti dopo più di 80 ore di lavoro. Ha parlato anche di incontri frustranti con clienti e colleghi, come il caso di un collega che le ha cercato di vendere Xanax nel negozio. Ha anche raccontato di atteggiamenti violenti e vere e proprie scazzottate all'interno del negozio.

Nonostante questi racconti negativi, è importante tenere presente che possono essere solo rumors e che è necessario verificare le fonti. Tuttavia, molti commentatori hanno confermato le affermazioni di Kenya. Sono stati numerosi quelli che hanno dichiarato di aver avuto esperienze terribili lavorando per Forever 21 e che concordavano con l'opinione di Kenya sul negozio.

In conclusione, l'esperienza di Kenya presso il rivenditore di moda veloce Forever 21 sembra essere stata molto negativa. Tuttavia, è importante ricordare che queste sono solo testimonianze e che potrebbero non essere veritiere per tutti i dipendenti.

"La lealtà non si può comprare a peso d'oro, né l'onore al denaro, né l'amore agli argomenti di vendita", affermava Publilio Siro, famoso scrittore e retore del I secolo d.C. Le parole di Kenya Broadnax, dipendente di Forever 21, ci riportano a questa antica verità: non tutti i posti di lavoro sono uguali e le condizioni impattano profondamente sulla vita dei lavoratori. Il video della TikToker è diventato virale perché ha colpito un nervo scoperto, mettendo in luce i problemi di un'azienda famosa ma che sembra trascurare il benessere dei propri dipendenti. È giusto che siamo informati su queste realtà, in modo da poter prendere decisioni consapevoli sull'etica delle aziende che supportiamo con i nostri acquisti.

Forever 21: una TikToker condivide le sue esperienze imbarazzanti e problematiche

In questo video, la TikToker Kenya Broadnax ha condiviso la sua esperienza lavorativa presso Forever 21 e ha elencato una serie di motivi per cui considera il negozio come il peggiore in cui abbia mai lavorato. Ha parlato dei clienti aggressivi che rubano regolarmente dal negozio, dei colleghi che si comportano inappropriatamente e della sovraccarico di lavoro. Ha anche menzionato di essere stata sottopagata e di non aver avuto giorni liberi. Molti commentatori hanno concordato con la sua opinione sul negozio, confermando i problemi citati.

La mia domanda per voi è: Avete mai avuto un'esperienza lavorativa negativa? Qual è stata e cosa avete imparato da essa?